Pizza rucola e pomodorini

La pizza rucola, pomodorini e scaglie di parmigiano è una variante della classica pizza in teglia.
E’ in assoluto una delle mie pizze preferite e quindi non potevo non svelarvi tutti i trucchetti per averla soffice e leggermente croccante, leggera e digeribile come quella delle migliori pizzerie.
La ricetta dell’impasto per pizza è quella a lunga lievitazione di Bonci, ma stavolta oltre la farina ho utilizzato anche la semola rimacinata che dona un sapore più rustico ed un bel colore dorato.
L’impasto è facilissimo, si realizza con un cucchiaio, poi si fa lievitare o meglio “maturare”in frigorifero per circa 20-24 ore.
La farcitura è composta da pomodorini, vi consiglio di utilizzare i datterini e provola… ed una volta uscita dal forno si arricchisce con rucola, scaglie di parmigiano ed un filo di olio evo.
Questa pizza mi ricorda tanto i sapori della mitica pizza di Franco in Costiera Sorrentina,  provatela subito e farete in casa una pizza rucola. pomodorini e scaglie di parmigiano a regola d’arte.

LEGGI ANCHE: PIZZELLE FRITTE

Print Recipe
Pizza rucola, pomodorini e scaglie di parmigiano
La ricetta per fare un'ottima pizza con rucola, pomodorini e scaglie di parmigiano, con poco lievito, dal fondo ben cotto e leggermente croccante, leggera come quella delle migliori pizzerie.
Voti: 2
Valutazione: 5
You:
Rate this recipe!
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
Dose per 1 teglia grande 30x40 cm
Ingredienti
Dose per teglia grande 30x40 cm
  • 300 g farina 0 (forte, W da 270W a 350W) leggi note
  • 200 g semola rimacinata di grano duro
  • 3 g lievito di birra fresco oppure massimo 2 g di lievito di birra secco tipo Mastrofornaio
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • 400 ml di acqua temperatura ambiente
  • 2 cucchiai di olio di oliva
  • semola rimacinata di grano duro per infarinare q.b.
Per condire
  • 350/400 g di pomodori datterini o ciliegino
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • basilico
  • 300 g di provola o mozzarella fior di latte (meglio se del giorno prima, bella asciutta)
  • scaglie di parmigiano q.b.
  • rucola q.b.
Tempo di cottura 20 minuti
Porzioni
Dose per 1 teglia grande 30x40 cm
Ingredienti
Dose per teglia grande 30x40 cm
  • 300 g farina 0 (forte, W da 270W a 350W) leggi note
  • 200 g semola rimacinata di grano duro
  • 3 g lievito di birra fresco oppure massimo 2 g di lievito di birra secco tipo Mastrofornaio
  • 10 g di sale
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • 400 ml di acqua temperatura ambiente
  • 2 cucchiai di olio di oliva
  • semola rimacinata di grano duro per infarinare q.b.
Per condire
  • 350/400 g di pomodori datterini o ciliegino
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • basilico
  • 300 g di provola o mozzarella fior di latte (meglio se del giorno prima, bella asciutta)
  • scaglie di parmigiano q.b.
  • rucola q.b.
Voti: 2
Valutazione: 5
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. Mettete la farina e la semola in una capiente ciotola con il lievito di birra secco e lo zucchero, versate man mano l'acqua e mescolate con un cucchiaio. (Se usate il lievito di birra fresco scioglietelo in poca acqua presa da totale). Verso la fine aggiungete il sale e l'olio, mescolando sempre con un cucchiaio. Avrete un impasto molto morbido, grumoso e appiccicoso è normale, fatelo riposare circa 10-15 minuti a temperatura ambiente.
  2. Rovesciate l’impasto su di una spianatoia ben infarinata con la semola rimacinata, dategli una forma rettangolare e procedete alle pieghe: prendete un lato dell’impasto e ripiegatelo verso il centro, fate la stessa cosa con il lato opposto e fate così anche per gli altri due lati (vedi foto). Arrotondate l’impasto e mettetelo in una ciotola leggermente unta d’olio, coprite bene con la pellicola alimentare e mettete in frigo per 20-24 ore. Impastate la sera prima per averla pronta per la cena del giorno successivo.
  3. Il giorno successivo verso le 18 tirate l’impasto fuori dal frigo (non vi preoccupate se lo vedete poco lievitato perché in frigo l'impasto matura lentamente, inoltre tende ad allargarsi soprattutto se l'avete messo in una ciotola larga) tenete a temperatura ambiente per circa 2 ore sempre coperto. (se volete fare 2 pizze singole leggete le note). Preparate la farcitura: tagliate i pomodorini e schiacciateli e leggermente in una ciotola facendo cadere il succo in essa, condite con l'olio ed aggiustate di sale. Unite qualche foglia di basilico e mescolate. Tagliate la provola a pezzetti. Ungete leggermente una teglia con l’olio e spolveratele con un po’ di semola (sarà questa che farà staccare la pizza senza problemi dalla teglia).
  4. Rovesciate l’impasto al centro della teglia. Stendete la pizza in teglia spolverando leggermente la parte superiore dell'impasto e le mani con un po’ di semola cercando di non rompere le bolle che si sono formate. Condite la pizza con parte della provola, i pomodorini con il loro condimento. Fate riposare la pizza a temperatura ambiente fino a quando il forno non raggiungerà la temperatura. Preriscaldate il forno a 250° statico. Fate cuocere per circa 10 minuti su ripiano più basso del forno e poi altri 10 minuti in quello centrale. Mettete la mozzarella gli ultimi 2 minuti di cottura. Sfornate, aggiungete la rucola, scaglie di parmigiano e servite...non potrete più farne a meno!!!
Note
  • Per una buona pizza a lunga maturazione è importantissimo usare una farina molto proteica e forte. La forza deve essere tra 270W a 350W. Se non trovate una buona farina 0 per pizza dal W alto potete usare 200 g di farina 00 e 200 g di farina Manitoba. Io solitamente uso la farina 0 della Coop. Potete fare anche un mix tra farina di tipo 1 e farina 0.
  • Se volete farla in giornata senza fare una lunga lievitazione in frigo basterà usare massimo 10 g di lievito fresco oppure 3 di lievito secco e non fare la lunga lievitazione in frigo.
  • Io solitamente realizzo l'impasto la sera prima di cena verso le 19 e poi lo tolgo dal frigo il giorno dopo verso le 18.
  • Se volete fare 2 pizze singole diametro massimo 33 cm procedete così: Dopo la lenta "maturazione" in frigo quando verso le 18 riprendete l'impasto, dividetelo in 2 pezzi sulla spianatoia infarinata di semola, coprite i panetti a campana o con panno umido e tenete a temperatura  ambiente per circa 2 ore.  Stendete un panetto alla volta sulla spianatoia infarinata di semola partendo dai bordi fino al centro senza rompere le bolle che si formeranno. Quando ha raggiunto le dimensioni della teglia con movimenti decisi ma delicati, spostatelo in teglia precedentemente oliata e spolverata con un po' di semola, condite con il sugo di pomodoro preparato in precedenza. Procedete allo stesso modo per l’altro panetto, fate riposare le pizze coperte fino a quando il forno non raggiungerà la temperatura.

DOLCE VITA
Enrica

14 Comments

  • Rosalba ha detto:

    Ciao carissima … ti seguo molto e ho fatto molte tue ricette.. precise e con un ottimo risultato. Ti chiedo , questa focaccia viene croccante?. Come faccio a farla croccante?

  • Graziamaria ha detto:

    Buonasera,
    Ma non metti olio nella ciotola per fare lievitare la pasta

  • Arianna ha detto:

    Ciao Enrica sei sempre bravissima! Non sono mai riuscita a fare la pizza in casa, ora con la tua ricetta ci voglio provare perché tu sei super affidabile. Ho fatto tante tue ricette! Grazie

  • carmela ha detto:

    ciao, la teglia che usi che dimensioni ha? cosa usi per non far attaccare la pizza alla teglia? grazie

  • Rosa ha detto:

    Ciao Enrica.. ti chiedo una cortesia le proporzioni degli ingredienti per 800gr. Di farina.. grazie

  • Rosa ha detto:

    Ciao , volendo aumentare le dosi a 800 grammi di farina per fare due teglie sottili … mi dici le proporzioni degli ingredienti? Grazie mille.

  • Arianna ha detto:

    Quel colore giallo è davvero bello m piace!!!!!!!! Ciao Enrica!!!! Io nn ho mai usato la semola nella pizza grazie x qsta idea!!!!! Domanda 😉 2 ore di lievitazione dopo 1 giorno di frigo non sono poche? Io ho fatto la pizza con lievitazione in frigo di 20-24 ore e quando la tiro fuori devo aspettare di solito 7- 8 ore. Buona notte 😴 Ciao Arianna

  • Marika ha detto:

    Ciao Enrica!!! ho cercato in rete pizza con semola e sono arrivata qui! Ho scoperto la semola da poco sai????? Anche i lievitati, a dire la verità ho pochissima esperienza ☺☺☺ bellissima questa pizza! Ti faccio due domande cara.
    Se faccio 300 di semola e 200 di farina? Cosa ne pensi?
    Quando parli di temperatura ambiente cosa si intende? So che qualcuno avvolge il contenitore in una coperta di lana, chi mette in forno con luce spenta o accesa, tu cosa consigli? Marika Grazieeee buona domenica

    • Enrica Panariello ha detto:

      Marika puoi anche usare più semola ma sinceramente trovo che 200 g di semola siano più che sufficienti. Temperatura ambiente significa non in frigo, non in forno, lontano da correnti d’aria e tenuta a temperatura ambiente coperta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.