Pane Pita

La Pita o Pane pita è una ricetta tipica della cucina mediorientale e del mediterraneo, in particolare della Grecia.
Un pane lievitato rotondo, soffice e leggero che si cuoce in padella o in forno. La particolarità della pita è che l’impasto in cottura si gonfia formando al suo interno una vera e proprio tasca.

Viene anche chiamata pita greca, pane arabo o libaneseLa pita è utilizzata per raccogliere sughi o salse come l’Hummus di ceci, ma anche per realizzare i famosi street food: kebab, gyros e pita e falafel.

La pita è un pane conviviale, dal sapore neutro che può essere farcita con qualsiasi ingrediente, dalle verdure grigliate al formaggio, dai legumi alla carne,  proprio come una piadina. 

Ottima servita come antipasto, magari tagliata in triangolini, per accompagnare salse, hummus e zuppe. Buonissima da farcire con hummus di ceci e pomodori secchi. Oppure con feta e zucca o ancora con salmone affumicato, avocado e limone. Io amo anche la pita pizza. Basta condirla con pomodoro e mozzarella e farla cuocere in forno pochi minuti fino a quando la mozzarella si scioglie. Oppure servitela calda semplicemente con una spolverata di origano o timo fresco ed un filo di olio evo.

Come tutte le ricette della tradizione esistono diverse varianti di pane pita. Quella che oggi condivido con voi è una ricetta facile, che vi permetterà di realizzare in casa delle pita morbidissime, leggere e gustose. L’impasto della pita è composto da pochi e semplici ingredienti: farina, acqua, lievito, zucchero, olio e sale. Potete cuocere le pita in forno a temperatura elevata, oppure, come ho fatto io, pochi minuti in padella.
La pita è molto più di un semplice pane, seguite questa ricetta passo passo e porterete in tavola i sapori autentici del Mediterraneo.

pane pita

pita greca pane pita pane arabo

Pane pita

5 da 3 voti

Nel post possono esserci link affiliati Amazon #pubblicità

Preparazione 1 ora
Cottura 4 minuti
Porzioni 8 pita

Prodotti che uso. Link affiliati

Ingredienti
  

  • 320 g di farina 0 oppure 00
  • 200 g di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaio di olio di oliva
  • 5 g di lievito di birra secco o 15 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino raso di zucchero
  • 6 g di sale

Istruzioni
 

  • Per preparare il pane pita in una ciotola o in planetaria inserite la farina, il lievito di birra, lo zucchero ed il sale,mescolate. Aggiungete l'acqua con l'olio ed iniziate ad impastare. L'impasto sarà molto appiccicoso è normale. Continuate ad impastare per 5 minuti con apposito gancio se usate la planetaria. Per circa 10 minuti se impastate a mano, fino ad avere un impasto elastico e liscio. Su di un piano leggermente infarinato fate un giro di pieghe, arrotondate l'impasto e fate lievitare in una ciotola leggermente unta coperta con pellicola alimentare fino al raddoppio del volume, ci vorrà circa 1 ora e 30 minuti (il tempo varia in base alla temperatura).
  • Riprendete l'impasto e sgonfiatelo. Dividetelo in 8 palline di circa 70 g. Su di un piano leggermente infarinato stendete ogni pallina prima con le punta delle dita e poi con un matterello in cerchi di circa 3 mm di spessore, diametro circa 14 cm. Lasciate riposare coperte con un telo per almeno 15 minuti.
  • Cottura in padella (il mio metodo preferito). Scaldate una padella antiaderente unta con poco olio su fiamma media. Cuocete una pita per volta coprendo con coperchio per circa due minuti per lato fino a quando si formano le bolle d'aria. Man mano che saranno pronte impilatele su di un piatto e copritele con un canovaccio in modo che mantengano l’umidità.
  • Cottura in forno. Forno statico a 240° con dentro la teglia. Spruzzate un po' di acqua nel forno per creare un po' di vapore all'interno. Togliete la teglia dal forno e mettete dentro le pite distanziandole. Fate cuocere per circa 5-7 minuti fino a quando le pite sono dorate e gonfie (i tempi possono variare a secondo dello spessore e della grandezza).
    Cottura in friggitrice ad aria. Ungete i dischi di pita da entrambi i lati e cuocete per circa 5 minuti a 205° fino a quando sono leggermente dorate e gonfie.
  • Servite le pita calde con origano o timo fresco e un filo di olio oppure accompagnare con salse, hummus oppure farcitele con qualsiasi cosa preferite.

Note

  • Si conservano per 2 giorni a temperatura ambiente avvolte in un canovaccio o con pellicola alimentare. Oppure in frigorifero ben chiuse in sacchetto fino a 5 giorni, prima di consumare riscaldatele pochi minuti in padella.
  • Si possono anche congelare per 3 mesi. Una volta scongelate in frigorifero riscaldatele in padella prima di servirle.
Tried this recipe?Let us know how it was!

pane pita

pita ricetta

DOLCE VITA
Enrica

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.