Pasta e patate

 Oggi vi propongo un piatto saporito e gustoso legato alla tradizione partenopea:Pasta e Patate nella versione estiva.
Il pomodoro con le patate nuove, la provola filante, il parmigiano e le note piccanti del peperoncino vi conquisteranno. La particolarità di questa pasta e patate è che la pasta si cuoce direttamente con le patate, usando una sola pentola, in questo modo l’amido della pasta unito a quello delle patate fa nascere un piatto super cremoso.
Questo è un primo piatto che potete preparare anche in anticipo, anzi il riposo renderà questa pasta ancora più buona. Venite in cucina con me e prepariamo insieme questa pasta dal sapore mediterraneo.

Pasta e patate al forno estiva

300 g di mezzi paccheri Pasta di Gragnano
800 g di patate
250 g provola
600 g pomodoro pelato
parmigiano
1 spicchio di aglio
olio extra vergine d’oliva
sale
basilico
peperoncino e pepe

In una pentola profonda far imbiondire l’aglio nell’olio d’oliva. Aggiungere le patate precedentemente tagliate a tocchetti non troppo grandi, e far cuocere per qualche minuto, facendo attenzione che non si attacchi nulla al fondo della pentola. Unire i pomodori pelati tagliati a pezzi, il sale, il pepe, il peperoncino e continuare la cottura mescolando.
Quando le patate sono quasi cotte, aggiungere l’acqua per la cottura della pasta. Non dovete aggiungerne troppa servirà solo per cuocere la pasta.
Quando bolle , ove necessario, aggiungere un altro po’ di sale e  calare la pasta, portare a cottura sempre mescolando. Man mano che la pasta cuoce se serve aggiungete altra acqua calda, questo tipo di cottura si chiama “pasta risottata”.
Io preferisco lasciare la pasta molto al dente perché poi la cottura prosegue in forno.
Una volta cotta la pasta mantecare con abbondante parmigiano, pecorino e profumare con le foglie spezzettate di basilico. Prendere una pirofila da forno e fare uno strato di pasta,farcire con dadini di provola, ricoprire con la restante pasta, una spolverata di parmigiano, altra provola ed un filo di olio e infornare in forno in caldo a 180° per circa 15 minuti coperta con la carta stagnola. Gli ultimi 5 minuti togliere la stagnola in modo che la pasta abbia una leggera gratinatura.

Con questa ricetta ho vinto il contest VIVA IL POMODORO di Il Crudo e Il Cotto in collaborazione con La Fiammante.

54 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *