Carciofi alla romana

I carciofi alla romana sono un piatto tipico della cucina laziale che è di un buono esagerato, teneri come burro si preparano in pochissimo tempo con pochi e semplici ingredienti.
Per realizzare i carciofi alla romana la qualità di carciofo più adatta è quella del carciofo romanesco IGP, comunemente chiamato anche mammola e cimarolo; un carciofo tondeggiante, senza spine, con foglie particolarmente tenere, il cui periodo di raccolto è proprio questo che va dall’inverno fino alla primavera, la barbetta è quasi del tutto assente e questo indica anche la freschezza del prodotto.
Per realizzare dei carciofi alla romana a regola d’arte:

  • E’ importante pulirli bene e scartare tutte le foglie dure e coriacee, si ridurranno molto di volume ma questo vi permetterà di mangiare dei carciofi  senza parti dure e scarto nel piatto, si scioglieranno letteralmente in bocca.
  • Quando li pulite munitevi di guanti in modo da non macchiarvi le mani e  strofinate man mano i carciofi con succo di limone per poi immergerli in acqua acidulata per non farli ossidare.
  • Cuoceteli a testa in giù in un tegame alto che li fa stare ben stretti, coprite con carta forno bagnata o carta pane e coprite con coperchio e fate cuocere per circa 20 minuti fino a quando diventano tenerissimi.
  • Gli ingredienti per realizzare questo piatto laziale sono: carciofi preferibilmente romaneschi, mentuccia romana, prezzemolo, olio extra vergine di oliva, aglio, olio, sale ,pepe, acqua e nulla più!!!
    Ed ora non vi resta che leggere la ricetta  tutti i miei trucchetti per dei carciofi alla romana irresistibili e burrosi, che si tagliano con la forchetta.

Print Recipe
Carciofi alla romana
Voti: 1
Valutazione: 5
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 20-25 minuti
Porzioni
4 persone
Gli Ingredienti
  • 5 carciofi romaneschi (leggi note)
  • 1 manciata di mentuccia romana
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • 1 limone
Tempo di preparazione 10 minuti
Tempo di cottura 20-25 minuti
Porzioni
4 persone
Gli Ingredienti
  • 5 carciofi romaneschi (leggi note)
  • 1 manciata di mentuccia romana
  • 1 mazzetto di prezzemolo
  • 1 spicchio di aglio
  • olio extra vergine di oliva
  • sale
  • pepe
  • 1 limone
Voti: 1
Valutazione: 5
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. Preparate una bacinella con acqua fredda e spremete metà succo di un limone. Pulite i carciofi staccando le foglie esterne più dure fino ad arrivare a quelle più chiare e tenere, si ridurranno molto di volume. Con uno coltello affilato tagliate le punte dei carciofi a circa 2 terzi di altezza e rifilate con un spelucchino per dare una forma più arrotondata a rosa, strofinate con limone. Pulite la base e tagliate tutta la parte scura del gambo, se troppo lungo per la pentola accorciatelo. Strofinate bene con l'altra metà di limone e mettete man mano in acqua acidulata coprendo con tovagliolo per non farli annerire.
  2. Intanto fate un trito di prezzemolo, mentuccia, aglio, sale e pepe. Prendete i carciofi e scolateli bene dall'acqua sbattendoli un po' sul piano di lavoro. Allargate le foglie interne e cospargete col trito aromatico precedentemente preparato facendolo penetrare tra le foglie.
  3. In un tegame alto e dal fondo spesso fate un bel giro di olio, riscaldate e mettete i carciofi a testa in giù ben stretti con gli eventuali gambi. Fate rosale 1-2 minuti, salate, pepate e aggiungete circa 1 bicchiere di acqua, fino ad arrivare a circa 1/3 della propria altezza, coprite con carta forno inumidita (serve a trattenere l'umidità) e coprite la pentola con coperchio. Appena inizia a bollire abbassate la fiamma e fate cuocere per circa 20-25 minuti a fiamma medio bassa. Scoprite e controllate la cottura con la lama di un coltello, sono pronti quando sono tenerissimi.
Note
  • I carciofi alla romana sono ottimi sia caldi che a temperatura ambiente, ottimi come merenda all'interno della rosetta.
  • Si conservano in frigo ben coperti fino a 2 giorni.
  • Per averli teneri è importante eliminare tutte le foglie esterne dure altrimenti dopo la cottura ve le ritrovate nel piatto perché nonostante la cottura non si ammorbidiscono quindi non siate "tirchi" e puliteli bene.
  • Se non trovate i carciofi romaneschi potete usare senza problemi la qualità di carciofi che preferite. Se non trovate la mentuccia romana potete usare solo prezzemolo, evitate la menta perché ha un sapore troppo forte.
  • Se non amate l'aglio tritato potete usarlo intero e lo fate imbiondire nell'olio prima di unire i carciofi così alla fine della preparazione potete eliminarlo.

Teneri come burro, e nel sughetto la “scarpetta” non può mancare!

Dolce vita
Enrica

12 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.