Crostata alla crema pasticcera


La crostata alla crema pasticcera è in assoluto la mia crostata preferita, un guscio di pasta frolla friabile e morbida con un ripieno di crema pasticcera lucida, cremosissima al profumo di limone e vaniglia, insomma libidine allo stato puro!!!
La crostata alla crema in occasione di Pasqua non manca mai sulla mia tavola insieme alla Pastiera napoletana; la ricetta che vi propongo oggi è quella che mia nonna preparava la domenica, la sua crostata, o meglio come diceva lei “la pizza con la crema” era un vero must alle feste  e in occasione di Pasqua ne preparava varie per poi regalarle, ed oggi sono io a donarla a voi e sono certa che l’amerete alla follia!!!
L’ho preparata usando la sua pasta frolla, che è uguale a quella all’olio che state amando, solo che stavolta ho usato il burro, ho realizzato per voi anche la video-ricetta per farvi vedere quanto è facile farla anche a mano, si fa in 1 minuto, è morbida, friabile e super elastica insomma la pasta frolla perfetta per crostate. Se volete fare questa frolla con mixer o planetaria il procedimento è lo stesso solo che dovete usare il burro freddo e non a temperatura ambiente come si fa per quella a mano.
La crema pasticcera, l’ho realizzata con il metodo veloce di Montersino,  è bella soda e cremosissima, insomma se come me amate i dolci con la crema, se siete fan della sbriciolata alla crema ed amarene non potete non provare la crostata con la crema di mia nonna, il successo è assicurato!!!

ALTRE CROSTATE CREMOSE E BUONISSIME:

  1. Pastiera Napoletana con crema
  2. Sbriciolata crema ed amarene
  3. Crostata di riso cremosa
  4. Crostata alla nutella con frolla all’olio

Print Recipe
Crostata alla crema pasticcera
La ricetta classica della crostata alla crema, con la ricetta di mia nonna viene cremosissima ed ottima!!!
Voti: 21
Valutazione: 4,43
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 35-40 minuti
Porzioni
8-10 persone
Gli Ingredienti
Per la pasta frolla
  • 300 g di farina 00
  • 100 g di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 100 g di burro
  • 1 uovo intero grande
  • 1 tuorlo grande
  • 1 limone buccia grattugiata o vaniglia
  • 1 pizzico di sale
Per la crema pasticcera
  • 500 ml di latte intero
  • 120 g di zucchero
  • 4 tuorli
  • 20 g di amido di mais
  • 20 g di amido di riso o (amido di mais) o in alternativa farina 00
  • 1 limone bio
  • 1 baccello di vaniglia opzionale
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 35-40 minuti
Porzioni
8-10 persone
Gli Ingredienti
Per la pasta frolla
  • 300 g di farina 00
  • 100 g di zucchero
  • 1/2 cucchiaino di lievito per dolci
  • 100 g di burro
  • 1 uovo intero grande
  • 1 tuorlo grande
  • 1 limone buccia grattugiata o vaniglia
  • 1 pizzico di sale
Per la crema pasticcera
  • 500 ml di latte intero
  • 120 g di zucchero
  • 4 tuorli
  • 20 g di amido di mais
  • 20 g di amido di riso o (amido di mais) o in alternativa farina 00
  • 1 limone bio
  • 1 baccello di vaniglia opzionale
Voti: 21
Valutazione: 4,43
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. Per la crema pasticcera. In una pentola capiente portate il latte a bollore con le bucce di limone e il baccello di vaniglia da cui prima avete ricavato i semini. In un recipiente montate con una frusta a mano i tuorli con lo zucchero ed i semini di vaniglia fino ad avere un composto chiaro e spumoso, aggiungente l'amido e mescolate bene. Quando il latte ha raggiunto il bollore, eliminate le bucce di limone ed il baccello di vaniglia e versateci il composto di uova, senza mescolare, quando il latte riprende a bollire, appena si formano i "vulcanetti" mescolate velocemente con la frusta, tenendo il fuoco basso, pochi minuti e la crema si addenserà perfettamente. Versatela in una pirofila, coprite con pellicola a contatto e lasciate raffreddare in frigo.
  2. Per la pasta frolla. Se volete farla con robot leggi note. In una terrina unite lo zucchero con il burro tagliato a pezzetti a temperatura ambiente così sarà più facile lavorarlo. Con un cucchiaio di legno impastate schiacciando il burro con lo zucchero fino ad avere un composto sbriciolato, aggiungete la buccia grattugiata di limone, il sale, l'uovo intero più tuorlo e mescolate velocemente. Unite man mano la farina con il lievito fino a quando inizia a formarsi l'impasto. Spostatevi su di una spianatoia ed incorporate la restante farina fino ad avere un impasto elastico che non si attacca più alle mani. Formate un panetto schiacciatelo bene così si raffredda prima, chiudetelo nella pellicola alimentare e mettete in frigo per almeno 30 minuti.
  3. Stendete la frolla su di un piano leggermente infarinato ad uno spessore di circa 5 mm. Rivestite con la frolla lo stampo da 22cm per crostata (il mio è con fondo amovibile )precedentemente imburrato ed infarinato. Riprendete la crema che raffreddandosi tende a compattarsi, girate vigorosamente con una frusta a mano e torna cremosissima. Farcite la crostata con la crema e mettete in frigo mentre formate le strisce.
  4. Stendete la restante frolla ad uno spessore di circa 4 mm e ricavate delle strisce, disponetele sulla crostata. Mettete in frigo per circa 30 minuti. Cuocere in forno preriscaldato a 180° statico o 170° ventilato per circa 35-40 minuti fino a quando è dorata. Io sono solita cuocerla nella parte bassa del forno per i primi 25 minuti e poi la sposto al centro. Fate raffreddare bene e servite spolverata di zucchero a velo.
Note
  • La crostata con la crema pasticcera si conserva per 1 giorno a temperatura ambiente poi in frigo fino a 4-5 giorni ma finisce sempre prima!!!

  • La Pasta frolla potete farla anche nel mixer o planetaria il procedimento è lo stesso solo che dovete usare il burro freddo e non a temperatura ambiente.
  • Potete sostituire la pasta frolla classica con la pasta frolla all'olio. 
  • La crema pasticcera potete farla anche l microonde sempre con il metodo infallibile di Montersino, trovate la ricetta qui. Per la crema pasticcera, Montersino usa amido di mais (Maizena) e amido di riso (lo trovate in tutti i supermercati, non lo confondete con la farina di riso). L'amido di riso rende la crema più cremosa mentre l'amido di mais dona struttura. Se usate solo amido di mais la crema viene più budinosa ma comunque ottima, se usate i 2 amidi (mais e riso) avrete una crema perfetta come quella di pasticceria. In alternativa potete usare metà amido e metà farina 00.

Nonna questa è per te…e già so il tuo commento “Enrica è speciale!!!”

Dolce vita

Enrica

40 Comments

  • Aureliana ha detto:

    Ciao cara, ti seguo da un po’ e adoro il tuo blog. ?
    Senti una cosa come hai fatto a mettere lo zucchero a velo solo sulla frolla senza sporcare la crema ?

  • Donatella ha detto:

    Ciao Enrica, ho già fatto 2 volte questa crema e ogni volta è come se fosse gelatinosa. Sarà troppo amido?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Donatella stranissimo, dopo che l’hai fatta raffreddare la mescoli bene con frusta per far riprendere la cremosità? Io la faccio da sempre è mi viene sempre perfetta, usa uova grandi; inoltre se vuoi una struttura perfetta proprio come quella di pasticceria usa metà amido di mais e metà amido di riso oppure per una versione più casalinga metà amido e metà farina.

  • Patrizia ha detto:

    Mai fatta una crema pasticciera così buona, e usavo sempre la ricetta di Knam! ? Anche la mia nonna mi diceva sempre così…?

  • Federica ha detto:

    Ciao Enrica! Complimenti perché le tue ricette riescono e far venire voglia di cucinare anche a chi è negato..e poi sono sempre un successone?!
    Vorrei chiederti un consiglio per quanto riguarda questa crostata con la crema. Se volessi fare la versione con frutta fresca posso cuocere la frolla in bianco e poi farcire? O devo fare un altro tipo di crema? Questa, che non ho mai fatto, mi ispira molto..e un’ultima cosa, posso sostituire l’amido con farina di riso per avere una consistenza più cremosa e meno “budinosa”? Grazie, ciao Federica

    • Enrica Panariello ha detto:

      Federica questa è la classica ricetta della crema pasticcera che puoi utilizzare sempre, quindi perfetta per la crostata cotta in bianco e poi farcita con questa crema. Sostituisci metà dose di amido di mais con amido di riso o farina 00.

  • Sofia ha detto:

    Ciao Enrica! fai sempre delle ricetto molto invitanti e chiare.
    Posso chiederti perchè nella ricetta per questa frolla le dosi di burro e zucchero sono diverse rispetto alla crostata di cuori? cosa cambia? forse sono diverse le dimensioni della teglia?
    grazie e scusa il disturbo

  • Semplice ma buona!
    ❤❤❤❤
    Come le mie ricette hihihihihi

  • Olga ha detto:

    Chiara, senza ombra di dubbio questa é la frolla piu buona che abbia mia fatto. Il consiglio di cottura in parti diverse del forno é ottimo, e la pasta (e torta) sono uscite perfette (e buonissime!).

    Ora mi getto a provare la versione con olio e nutella :) Nel caso volessi fare delle crostatine, come adatto tempi/ temperature di cottura? Grazie mille!

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Olga mi fa super piacere che sei rimasta soddisfatta, anche per per me questa è la crostata più buona che c’è!
      Se vuoi fare le crostatine la cottura sarà più o meno di 20/25 minuti.

      Buon pomoeriggio
      Enrica

  • Simona ha detto:

    Qual è il diametro della tortiera?

  • Simona ha detto:

    Ho letto attentamente scusa era scritto!

  • la.chiapi ha detto:

    Finalmente ho trovato la ricetta perfetta della crema pasticcera, proprio come piace a me. Grazie :)

  • francesca cecchini ha detto:

    ciao Enrica, si può congelare?

  • Patrizia ha detto:

    Ciao Erica fatta la frolla per una crostata fragole e crema pasticcera. Se la faccio domani? Diventa troppo dura?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Vai tranquilla la frolla più riposa e più diventa buona, una volta tolta dal frigo tienila a temperatura ambiente per circa 20 minuti e poi la riscaldi leggermente con le mani o sbattendo con matterello e la stendi.

  • Daniela ha detto:

    Ciao Enrica! Questa è una delle ultime tue ricette che provo… devo dire buonissima! La crema e’ pasticciera fantastica! Ho una bambina celiaca e sto sglutinando alcune tue ricette sempre con ottimi risultati! Complimenti per il blog! Ricette e foto speciali! Io ti continuo a seguire con piacere! Salutoni Daniela

  • Elisa ha detto:

    Enrica ho una domandona…
    Se io usassi come farcis la crema al limone ma invece che la crostata la usassi assieme al composto per la torta con crema di ricotta e gocce di cioccolato?
    Spero tu abbia capito… base 15 minuti in forno…verso crema al limone e l altro strato poi ancora in forno…
    Secondo te viene fuori qualcosa di buono?

  • Martina ha detto:

    Ciao Enrica! Volevo chiederti un consiglio. Ho provato a fare questa torta. Il sapore era pazzesco ma devo aver sbagliato qualche passaggio perché la crema è rimasta piuttosto molle. Anche una volta tolta dal frigo prima di farcire la base non è stato necessario mescolarla troppo perché non era di consistenza aumentata. Ho usato un forno statico a 180, 25min nel ripiano basso e 15 in quello alto, la cottura della frolla era perfetta.. Dove posso aver sbagliato?
    Ti ringrazio! Le tue ricette sono spettacolari!

    • Enrica Panariello ha detto:

      Martina ciao, ma sei sicura che hai aggiunto la giusta dose di amido per fare la crema? Perché una volta fredda diventa super soda ed è necessario mescolarla bene per farle riprendere la cremosità, è fondamentale usare l’amido per averla perfetta o al massimo metà amido e metà farina.

  • sana babba ha detto:

    ricetta TOP grazie millee enrica, crema pasticcera buonissima

  • Irene ha detto:

    Ciao Enrica,
    Per la crema pasticciera posso usare del latte di soia gusto vaniglia? Si altera il risultato? Oppure hai una ricetta apposta per non usare latticini anche per la crema? Sono allergica al latte e derivati 😓 purtroppo..

  • Valentina ha detto:

    Ciao Enrica, ti posso chiedere se lo stampo è sempre di peroni? Se si mi manderesti il link x poterlo acquistare x favore? Ho provato a cercarlo ma ce ne sono un ‘infinità!
    Grazie mille

  • Donag ha detto:

    Ciao Enrica,

    vorrei provare a fare questa crostata domani..”approfittando” della pioggia..
    Domanda: io ho in casa la polvere di vaniglia, quanta ne dovrei usare? Grazie!!

    • Enrica Panariello ha detto:

      usa la vanillina solo nella pasta frolla non nella crema altrimenti alteri troppo il sapore.

      • Donag ha detto:

        Grazie! Però intendo proprio la polvere di vaniglia, non la vanillina… dici cmq di metterla solo nella frolla? Quanta secondo te?
        Grazie!!

        • Enrica Panariello ha detto:

          Ah ok allora puoi aggiungerla seguendo il tuo gusto personale, non avendola mai utilizzata non so dirti il dosaggio preciso.

          • Donag ha detto:

            Non ho osato…Non la so dosare quella polvere, mannaggia!! L’ho comprata perché naturale, ma è difficile da comprendere..
            Grazie entries!! Torta fantastica!!! Per me..preparazione lunga, io amo quei bei lievitati in cui tutto in forno e via!! ;0) oggi mi sa che faccio quella di cachi!!
            Poi vorrei cimentarmi in una con la crema pasticcera al cioccolato..quale mi consigli?
            Ps.Grazie al tuo video sono riuscita finalmente a fare una buona crema pasticcera!!!!
            Pps.ho messo la foto della torta su pinterest se vuoi vederla..Non bella come la tua, ma carina dai..

  • Valentina ha detto:

    Ciao Enrica, da quando ti ho scoperto non posso più fare a meno delle tue ricette!complimenti!
    Un consiglio: vorrei aggiungere a questa torta mele e pinoli, hai qualche suggerimento?
    Grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.