Torta al cioccolato vegan

La Torta al Cioccolato Vegan è tra le torte al cioccolato più buone e facili che potete trovare sul mio blog,  estremamente leggera, umida  e goduriosa, una vera coccola con pochi sensi di colpa!!!
L’impasto si realizza in meno di 5 minuti ed è senza uova, senza lattosio, senza lievito ed anche senza ciotola!!!
Si avete letto bene senza ciotola, si versano tutti gli ingredienti nello stampo antiaderente leggermente oliato, si mescola con un cucchiaio e la torta è pronta per il forno…insomma una torta magica ma dal sapore eccezionale!!!
La torta al cioccolato vegana è una genialata di Martha Stewart, il suo nome è Crazy cake (Torta Pazza), io la faccio ormai da tanti anni da quando l’ho scoperta grazie ad Arabafelice; sul blog trovate anche la versione cupcakes e quella torta pere e cioccolato che in tantissimi avete rifatto.
Stavolta ho farcito la torta al cioccolato vegan con una glassa al cacao all’acqua che rimane sempre lucida e morbida, l’abbinamento è pura libidine!!!
Se vi state chiedendo ma poi la torta non si attacca nello stampo?!? Guardate la video-ricetta e vedrete che si sforma benissimo, basta usare uno stampo antiaderente e sformarla quando è bella fredda.
Ed ora non vi resta che che farla subito insieme a me, mi raccomando non omettete la glassa al cacao che rende questa torta al cioccolato spaziale!!!

ALTRE TORTE VEGANE BUONISSIME:

  1. Torta di mele con yogurt vegetale
  2. Pan brioche Vegan
  3. Crostata alla marmellata vegana

Print Recipe
Torta al cioccolato Vegan
La ricetta facile per una torta al cioccolato Vegan da fare in meno di 5 minuti. Senza uova, burro, latte, lievito e senza neanche la ciotola!!! Buonissima e super soffice.
Voti: 13
Valutazione: 4.54
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 35-40 minuti
Porzioni
10 persone
Gli Ingredienti
  • 170 g di farina 00 o leggi note
  • 170 g di zucchero potete usare anche quello integrale
  • 3 cucchiai colmi di cacao amaro (circa 40 g)
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di aceto bianco di mele o di vino
  • 250 g di acqua
  • 6 cucchiai di olio di semi di arachidi ( o vostro preferito)
  • 1/2 baccello di vaniglia semi
Per la glassa al cacao
  • 120 g di zucchero a velo
  • 15 g di cacao amaro
  • 3-4 cucchiai di acqua calda
  • 1 cucchiaino di olio di semi di arachidi (opzionale)
Tempo di preparazione 5 minuti
Tempo di cottura 35-40 minuti
Porzioni
10 persone
Gli Ingredienti
  • 170 g di farina 00 o leggi note
  • 170 g di zucchero potete usare anche quello integrale
  • 3 cucchiai colmi di cacao amaro (circa 40 g)
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di aceto bianco di mele o di vino
  • 250 g di acqua
  • 6 cucchiai di olio di semi di arachidi ( o vostro preferito)
  • 1/2 baccello di vaniglia semi
Per la glassa al cacao
  • 120 g di zucchero a velo
  • 15 g di cacao amaro
  • 3-4 cucchiai di acqua calda
  • 1 cucchiaino di olio di semi di arachidi (opzionale)
Voti: 13
Valutazione: 4.54
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. Ungete con poco olio uno stampo antiaderente da 20 cm. Versate la farina setacciata, lo zucchero, il cacao, vaniglia, il sale ed il bicarbonato. Mescolate brevemente con un cucchiaio di legno. Versate al centro l'aceto (è fondamentale perché attiva il bicarbonato e fa lievitare il dolce) l'acqua, l'olio e mescolate per 1 minuto con un cucchiaio di legno, non dovete mescolare a lungo ma giusto amalgamare gli ingredienti.Forno funzione statico a 180° per 35-40 minuti, non fate cuocere troppo la torta deve rimanere leggermente umida. Fate raffreddare bene e poi sformate.
  2. Preparate la glassa al cioccolato. In una ciotola mescolate con una frusta a mano lo zucchero a velo con il cacao, aggiungete man mano 3-4 cucchiai di acqua calda e l'olio, mescolate bene fino ad avere una glassa densa da versare subito sulla torta. Se è troppo liquida aggiungete altro zucchero a velo, se è troppo densa pochissima acqua.
Note
  • Si conserva fino a 4 giorni in frigorifero. Il giorno dopo è ancora più buona.
  • Lo stampo non deve essere più grande di 20 cm altrimenti vi verrà bassa.
  • Non omettete l'aceto perché è proprio questo che combinato al bicarbonato fa lievitare la torta, il sapore non si avverte per nulla.
  • Se non volete usare l'aceto più bicarbonato, ma fidatevi il sapore non si sente e regala una consistenza perfetta, usate mezza bustina di lievito per dolci.
  • Se non avete uno stampo antiaderente fate l'impasto in una ciotola e poi lo versate un uno stampo imburrato ed infarinato.
  • Potete usare la farina 00 di tipo 1 ma viene benissimo anche con le farine gluten free.

Una Torta SENZA TUTTO ma con TANTA BONTA’!!!

Dolce vita
Enrica

35 Comments

  • Fausta Tamanini ha detto:

    Questa la devo proprio provare. Devi sapere che mia figlia e il suo ragazzo sono vegani! Grazieeee

  • Paola ha detto:

    La torta pere e cioccolato è ormai un mio classico, appena ho due ore la faccio e poi scappo altrimenti la mangio tutta! Per fare la versione con le pere uso uno stampo in silicone perché è l’unico da 20 che ho, in questo caso va bene?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Paola non ho mai provato a fare questa torta direttamente nello stampo in silicone penso venga bene basta che lo ungi nel dubbio però fai l’impasto in ciotola e poi lo versi nello stampo.

      • Paola ha detto:

        Ho appena impastato in ciotola e messo in forno nel mio stampo a cuore in silicone, che ho scoperto essere di 22 cm e non 29 come ricordavo, ma vista la forma non credo ci siano grandi problemi… Volevo chiederti un’altra cosa… Quando andavo a liceo (bei tempi quelli!) in uno dei pomeriggi di “studio” a casa di una mia compagna ho assaggiato una buonissima torta al cioccolato con dentro le castagne! Visto che il periodo di questo meraviglioso frutto si avvicina saresti così gentile da proporre quella ricetta se riesci a capire di che torta si tratta, io proprio non lo ricordo… Please! *.*

        • Paola ha detto:

          Ops.. non 29 intendevo 20…

        • Enrica Panariello ha detto:

          Paola segno subito la tua richiesta e se avvisto una ricetta interessante la condivido con piacere con voi!!!

          • Paola ha detto:

            Cmq ieri l’ho sfornata e per la prima volta in vita mia ho fatto la glassa… Nonostante abbia dimenticato l’olio è venuta benissimo! In genere ometto questo passaggio, ma questa glassa è facilissima ed è di un buono esagerato, da alla torta lo sprint giusto! Complimenti e grazie per averla condivisa con noi! 😘

  • Emanuela ha detto:

    Carissima Enrica, avendo io eliminato tutti gli stampi antiaderenti, come mi devo comportare con quelli in alluminio? Ungo solo con olio o devo anche infarinare? Temo che poi, mescolando, la farina vada via 🙄

  • Enrica ha detto:

    Ciao Enrica.
    Con lo stampo da 22 cm come posso regolarmi?
    Grazie mille :)

  • Graziapia ha detto:

    Una torta MAGICA.. Grazie Enrica🤗

  • Barbara ha detto:

    Ciao Enrica, torta fatta…. una domanda: se nn faccio la glassa posso conservare la torta sotto la campana di vetro? Grazie 😘

  • Teresa ha detto:

    Devo essere sincera.È vero ci ho messo 5 minuti per prepararla. È vero che si fa con ingredienti che quasi sempre si hanno in casa ,ma devo anche dire che questa torta non sa assolutamente di nulla. A napoli diciamo :”sap e poc'”e lo ha confermato anche mio marito. Perciò se questo significa essere vegana sono veramente contenta di non esserlo!

  • alessandra ha detto:

    L’ho provata utilizzando la farina di riso ed il fruttosio. Ottima riuscita anche perchè rimane abbastanza compatta soprattutto il giorno dopo perche quando è calda si sbriciola un po’!!! Gradita da tutta la famiglia. 2 minuti per preparla ed altrettanti per finirla!!!

  • Giuli ha detto:

    Ciao Enrica!
    I tuoi dolci sono sempre super! Una certezza!
    Volevo chiederti un paio di cose però ☺️
    Farina di riso è ok? Oppure è meglio un’altra farina senza glutine?
    La volevo preparare per un compleanno: se volessi fare lo stampo classico da 24, raddoppio le dosi? È troppo?

    Grazie infinite!

    P.S. Le tue polpettine sono la fine del mondoooo!

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Giulia, personalmente non l’ho mai fatta senza glutine ma varie mie lettrici l’hanno fatta con successo sia utilizzando farine apposite per dolci gluten free sia facendo un mix tra farina di riso e fecola di patate o amido.
      Se vuoi farla da 24 cm fai 1 dose e mezzo.
      Mi fa tanto piacere che hai provato le polpettine!!!

  • Evita ha detto:

    Continuo a guardarla, e dai!! Stasera devo assolutamente farla.
    Comunque, se me lo permetti, contesto i toni altri post che con arroganza (mascherata da simpatia) scherniscono i vegani e i loro gusti. Ricordiamoci sempre che il gusto si educa, e siamo abituati dall’infanzia a imbottirci di burro (spesso neanche di qualità) e di zucchero bianco. Due cose che coprono il sapore del resto. Basta disintossicarsi un po’ e si ricomincerà a sentire il sapore del cacao, della farina, del “fatto a mano con amore”.
    Poi, come dici tu, i gusti sono gusti. Ed infatti non bisognerebbe mai ergere i propri gusti a diritto supremo di denigrare quelli degli altri.
    Bella risposta la tua, pacata e comprensiva.
    Un caro saluto!
    Evita

  • Veronica ha detto:

    L’ho fatta, è un po’ umida internamente. Ma se non metto la glassa cosa posso mettere?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Veronica è un dolce umido ma comunque l’interno deve essere cotto quindi se la trovi eccessivamente umida la prossima volta tienila qualche minuto in più. Sopra per me la glassa è fondamentale per renderla top, senza perde molto.

  • Veronica C ha detto:

    Buongiorno Enrica, prendendo spunto da questa ricetta ti chiedo una cosa: mi piacerebbe eliminare il lievito per dolci che compro al supermercato ed utilizzare sempre la combinazione bicarbonato + aceto, secondo te è possibile? In quali dosi e proporzioni?
    Ti ringrazio in anticipo

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Veronica, questa combinazione non funziona sempre con tutti i dolci, puoi adoperarla senza problemi con i dolci al cioccolato o tutti quei dolci bassi dalla consistenza particolarmente umida e scioglievole ma per i ciambelloni e similari non va bene.

  • Roberta ha detto:

    Cara Enrica,
    questa torta è semplicemente FAVOLOSA! Morbidissima, leggerissima e non troppo dolce, lato che adoro dei dolci vegani. La prossima volta la rifarò per la mia amica vegana che purtroppo non può mangiare glutine con una farina generica gluten free.
    L’unica cosa che non mi piace troppo è la glassa..la trovo un po’ troppo dolcina.. ma la prossima volta proverò a metterci meno zucchero e, magari, del cocco disidratato e mandorle sottili come decorazione (che, come insegna un dolcetto meraviglioso chiamato “Almond Joy”, col cioccolato ci stanno una meraviglia!!!);)
    Non vedo l’ora di provare altre ricette!!!

  • Donatella ha detto:

    Ciao Enrica, ho seguito la ricetta ma nn è venuta Buona mi è venuta un sapore amaro bruttissima, può essere che non ho miscelato bene gli ingredienti e il bicarbonato ha dato questo risultato?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Donatella sicuramente è stato questo il problema, il cucchiaino di bicarbonato deve essere raso e piccolo e devi mescolare bene, riprova perchè merita troppo e mi raccomando non omettere la glassa!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.