Cassata al forno siciliana

La cassata al forno siciliana è la variante più antica e povera della classica cassata siciliana fatta con Pan di Spagna, ma credetemi non ha nulla da invidiarle…è meno stucchevole ed eccezionale!
Realizzarla è facilissimo, è composta da un guscio di pasta frolla morbida ripieno di crema di ricotta e gocce di cioccolato, proprio come la classica cassata, una torta buonissima da pura libidine che si è soliti fare per Natale e Pasqua.
Per fare la cassata al forno potete usare il classico stampo svasato da pastiera oppure potete utilizzare come ho fatto io lo stampo con cerniera apribile.
La vera cassata siciliana al forno è senza canditi e senza Pan di Spagna,  questo dolce infatti risale alla dominazione araba in Sicilia, quando ancora non esisteva il pan di Spagna; il ripieno è composto solo da una buona ricotta di pecora, zucchero, gocce di cioccolato, un pizzico di cannella e buccia grattugiata d’arancia (opzionale).
Nella versione moderna si usa inserire 2 strati sottili di Pan di Spagna per assorbire l’umidità nella ricotta ma la versione che condivido con voi è quella antichissima senza pan di Spagna ma con una piccola dose di biscotti sbriciolati che servono proprio ad assorbire l’umidità del ripieno per non compromettere la consistenza della frolla; ho scoperto questo trucchetto qui grazie a due siciliani doc, ma se usate una buona ricotta di pecora bella asciutta potete anche ometterli.
Per la pasta frolla potete usare l’olio, lo strutto come vuole l’antica ricetta siciliana oppure il burro…il risultato sarà sempre impeccabile, se impastate a mano ed usate il burro o lo strutto usateli a temperatura ambiente.
Ed ora non vi resta che guardare il VIDEO ed innamorarvi di questa nuova torta alla ricotta tipica siciliana…per Pasqua con “lei” in tavola sarà un successo!!!

GUARDA ANCHE:
CROSTATA DI RICOTTA E CIOCCOLATO

Print Recipe
Cassata al forno siciliana
La ricetta antichissima senza Pan di Spagna della CASSATA AL FORNO SICILIANA, un guscio di pasta frolla racchiude in ripieno cremoso di crema di ricotta e gocce di cioccolato.
Voti: 4
Valutazione: 4,5
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 50 minuti
Porzioni
8-10 persone
Gli Ingredienti
Stampo 20 cm
  • 280 - 300 g di farina 00 (leggi note)
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 80 g di olio di semi di arachidi (leggi note)
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
  • 1 limone buccia grattugiata
  • 1 baccello di vaniglia o estratto
  • 1 pizzico di sale
Crema di ricotta
  • 500 g di ricotta di pecora ben asciutta (leggi note)
  • 150 g di zucchero a velo
  • 1/2 arancia bio buccia grattugiata (opzionale)
  • 1 pizzico di cannella
  • 50 g di gocce di cioccolato
  • 50 g di biscotti secchi sbriciolati (opzionale)
  • zucchero a velo per decorare
Tempo di preparazione 15 minuti
Tempo di cottura 50 minuti
Porzioni
8-10 persone
Gli Ingredienti
Stampo 20 cm
  • 280 - 300 g di farina 00 (leggi note)
  • 100 g di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 80 g di olio di semi di arachidi (leggi note)
  • 1 cucchiaino raso di lievito per dolci
  • 1 limone buccia grattugiata
  • 1 baccello di vaniglia o estratto
  • 1 pizzico di sale
Crema di ricotta
  • 500 g di ricotta di pecora ben asciutta (leggi note)
  • 150 g di zucchero a velo
  • 1/2 arancia bio buccia grattugiata (opzionale)
  • 1 pizzico di cannella
  • 50 g di gocce di cioccolato
  • 50 g di biscotti secchi sbriciolati (opzionale)
  • zucchero a velo per decorare
Voti: 4
Valutazione: 4,5
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. Con un cucchiaio mescolate la ricotta con lo zucchero, la buccia grattugiata di mezza arancia e un pizzico di cannella, mettete in frigo.
  2. Per la pasta frolla. In una terrina unite lo zucchero, il pizzico di sale, la buccia di limone grattugiata, l'olio, l'uovo intero ed il tuorlo. Mescolate con una forchetta o cucchiaio, unite man mano la farina con il lievito fino a quando inizia a formarsi l'impasto.
  3. Spostatevi su di una spianatoia ed incorporate la restante farina fino ad avere un impasto liscio e omogeneo che non si attacca più alle mani. (Solitamente a me ne basta 280 g). Potete usare la frolla subito senza riposo in frigo. Imburrate ed infarinate uno stampo svasato da pastiera o uno stampo a cerniera apribile (io mette anche un cerchio di carta forno sul fondo). Stendete 2/3 della frolla sul piano leggermente infarinato ad uno spessore di circa 5 mm. Rivestite il fondo e le sponde dello stampo. Spolverate la base di frolla con un po' dei biscotti sbriciolati (servono per assorbire l'eventuale umidità del ripieno ed avere una cottura della frolla omogenea, se usate una ricotta ben asciutta come vi spiego nelle note potete anche ometterli).
  4. Riprendete la ricotta dal frigo e mescolate brevemente con le fruste elettriche, bastano 30 secondi, non di più. Unite le gocce di cioccolato e mescolate con un cucchiaio. Riempite con la crema di ricotta e livellate con il dorso di un cucchiaio o spatola in modo uniforme.
  5. Spolverate sopra la ricotta i restanti biscotti secchi. Stendete la restante frolla ad uno spessore di circa 5 mm e ricavate una circonferenza per coprire la crostata, eliminate gli eventuali eccessi di frolla e sigillate bene i bordi. Bucherellate un po' la superficie con un coltello per fare uscire il vapore.(non vi preoccupate dell'estetica tanto sarà la parte di sotto della torta).
  6. Mettete in frigo per circa 30 minuti fino a quando il forno raggiunge la temperatura. Cuocere in forno preriscaldato a 180° statico per 20 minuti. Poi abbassate la temperatura a 170° e proseguite fino a quando è ben dorata, ci vorranno circa 35-40 minuti. Gli ultimi 5 minuti fate cuocere la cassata mettendo la griglia a contatto con il fondo del forno. Regolate sempre tempi e temperatura secondo la conoscenza del vostro forno. Fate raffreddare completamente nello stampo. Io solitamente la faccio la sera prima e la sformo il giorno dopo. Capovolgetela su un piatto da portata solo quando è ben fredda. Spolverate di zucchero a velo creando un decoro a losanghe (io ho utilizzato la griglia per crostate).
Note
  • Per eliminare il siero dalla ricotta dopo averla acquistata mettetela in un colino con sotto un piatto che servirà a raccogliere il liquido e tenetela in frigo per almeno 2 ore, potete tenerla così anche tutta la notte.

  • Per la pasta frolla aggiungete la farina man mano perché cambiando il peso delle uova può cambiare l'assorbimento di farina; è pronta quando non si attacca più alle mani, solitamente a me ne basta 280 g.
  • Se volete usare lo strutto o il burro dovete usarli a temperatura ambiente e ne serviranno 100 g.
  • Consiglio di gustarla a temperatura ambiente, e di consumarla dopo il riposo di almeno una notte.
  • Si conserva a temperatura ambiente per 1 giorno poi in frigo fino a 3-4 giorni, tenete 20 minuti a temperatura ambiente prima di servire.
  • In cottura tenderà a gonfiarsi è normale ma poi una volta fredda tornerà piatta, inoltre non vi preoccupate dell'estetica tanto il sopra diventerà il sotto e quindi risulterà perfettamente piatta e pronta per essere decorata.
  • Potete aumentare la dose di cioccolato secondo i vostri gusti.
  • Per ottenere l'effetto losanghe per la decorazione potete usare anche gli spaghetti incrociandoli oppure delle strisce sottili di carta forno.

DOLCE VITA
Enrica

La ricetta antichissima senza Pan di Spagna della CASSATA AL FORNO SICILIANA, un guscio di pasta frolla racchiude in ripieno cremoso di crema di ricotta e gocce di cioccolato.

10 Comments

  • Elisa ha detto:

    Mi ispira un sacco! Sono all’estero e penso farei fatica a reperire la ricotta di ovino, va bene anche quella normale?

  • Maria ha detto:

    Splendida ricetta ,vorrei fare la doppia dose di quanto dovrei allungare il tempo di cottura?

  • Maria ha detto:

    Grazie Enrica, sto cuocendo la cassata la devo servire domani sera ,la lascio a temperatura ambiente?

  • Elisa ha detto:

    Ciao, bellissima ricetta! Io ho solo uno stampo apribile da 23 cm, potrebbe andare bene o rischia di venire troppo bassa?

  • Antonella ha detto:

    L’abbiamo mangiata ieri sera, in occasione di un compleanno in famiglia ed è stato un successone! Abbiamo finito l’ultima fetta oggi è mi è sembrata ancora più buona. Ormai, ogni volta che devo preparare un dolce, non manco di consultare tuo blog. Mi hai sempre fatto fare bella figura! Sono una di quelle lettrici, che ti seguono senza commentare, ma che mettono in pratica. Approfitto per farti tanti auguri di buona Pasqua!

    • Enrica Panariello ha detto:

      Antonella sono veramente felice che l’hai provata e ancor più di sapere che mi segui con affetto…commente più spesso a me fa sempre tanto piacere leggervi!!!
      Auguri di buona Pasqua…e non perderti il dolce di domani!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.