Melanzane a barchetta

ad

Le melanzane a scarpone sono la tipica ricetta napoletana delle melanzane a barchetta. Il loro nome è dato dalla forma, le melanzane infatti vengono tagliate a metà, scavate  e riempite con la polpa di melanzane, mollica di pane, olive nere di Gaeta e capperi; pochi ingredienti che danno vita ad un piatto che dire buono è riduttivo!
Nella ricetta tradizionale partenopea le barchette di melanzana vengono fritte prima di essere farcite, io vi propongo la mia versione più leggera ma ugualmente saporita senza frittura ma con cottura in forno.
Per non perdere la bontà tipica la polpa di melanzana viene soffritta in padella e poi aggiunta al resto degli ingredienti per creare così un piatto ugualmente buonissimo ma più leggero e fresco, perfetto per l’estate.
Il trucchetto per avere delle barchette di melanzane al forno con una cottura uniforme è metterle sotto sale almeno per 40 minuti, in questo modo perderanno la loro acqua di vegetazione e si ammorbidiranno, con la cottura in forno insieme al ripieno diventeranno irresistibili!!!
Ed ora leggete la ricetta e fatele subito, se avanzano il giorno dopo saranno ancora più buone!

Print Recipe
Melanzane a barchetta
La ricetta napoletana per fare le melanzane a barchetta, versione più leggera senza frittura con trucchetti per averle gustosissime, morbide e golose.
Voti: 11
Valutazione: 3,09
You:
Rate this recipe!
Porzioni
Ingredienti
  • 2 melanzane lunghe napoletane o preferite
  • 40 g di mollica di pane (circa 1 fetta di pane)
  • 50 g di olive nere di Gaeta
  • 1 cucchiaio raso di capperi
  • 1 spicchio di aglio
  • 150 g di pomodori datterini o preferiti
  • 1 acciuga sotto sale (io non l'ho messa)
  • prezzemolo (opzionale)
  • origano
  • basilico
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine di oliva
Porzioni
Ingredienti
  • 2 melanzane lunghe napoletane o preferite
  • 40 g di mollica di pane (circa 1 fetta di pane)
  • 50 g di olive nere di Gaeta
  • 1 cucchiaio raso di capperi
  • 1 spicchio di aglio
  • 150 g di pomodori datterini o preferiti
  • 1 acciuga sotto sale (io non l'ho messa)
  • prezzemolo (opzionale)
  • origano
  • basilico
  • sale
  • pepe
  • olio extra vergine di oliva
Voti: 11
Valutazione: 3,09
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. Tagliate le melanzane a metà per il lungo. Incidete con un coltello la polpa a 1 cm dalla buccia e svuotatele aiutandovi con un cucchiaio. Tagliate a dadini la polpa e mettete in un colino. Salate i gusci e la polpa e lasciate "spurgare" per circa 45 minuti.
  2. Tagliate i pomodorini a pezzetti, dissalate i capperi sciacquandoli bene, sbriciolate il la mollica di pane, snocciolate le olive. Sciacquate velocemente i gusci di melanzane e la polpa, strizzate bene con le mani i cubetti di melanzane e poi fate soffriggere per pochi minuti fino a quando sono cotti in padella con 2 cucchiai di olio evo ed uno spicchio di aglio sbucciato e schiacciato.
  3. In una ciotola inserite il pane sbriciolato, i capperi, il prezzemolo e basilico tritato, origano, i pomodorini, le olive e la polpa delle melanzane cotta. Mescolate bene con un cucchiaio, aggiustate di sale. Farcite le barchette di melanzane con il ripieno. Trasferitele in una teglia rivestita con carta forno unta con un po' di olio, Irrorate le melanzane con un po' di olio. Fate cuocere in forno preriscaldato a 180° per circa 40 minuti. Dopo 30 minuti coprite con alluminio e continuate la cottura. Servitele calde sono golosissime.
Note
  • Si conservano in frigo fino a 2 giorni. Sono ottime anche a temperatura ambiente.
  • Potete arricchire il ripieno con formaggio e dadini di mozzarella ma provatele prima così nella versione originale per gustarne a pieno la bontà.

ALTRE RICETTE CON MELANZANE IRRESISTIBILI:

MELANZANE A FUNGHETTO SENZA FRITTURA

POLPETTE DI MELANZANE

PARMIGIANA DI MELANZANE AL FORNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

parmigiana-di-melanzane-in-padella-ricetta-facile

TORTA SALATA DI MELANZANE

HAMBURGER DI MELANZANE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.