Colomba di Pasqua facile

Siete alla ricerca di una ricetta semplice per fare in casa la colomba di Pasqua? Questa oltre ad essere facile da realizzare è anche molto simile come sapore a quella tradizionale.
Una colomba di Pasqua che non delude le aspettative, con una mollica areata e soffice ed una glassa mandorlata che completa il tutto alla perfezione, una ricetta super collaudata di un pasticcere genovese, si sempre lui Papum, qui vi avevo fatto vedere la versione delle colombine che si possono fare anche senza stampo, e qui il panettone.
Grazie a questa ricetta ben bilanciata e a tutti i miei trucchetti la colomba di Pasqua diventa alla portata di tutti, perfetta per le persone che hanno poca dimestichezza con i lievitati laboriosi, potete impastarla con l’aiuto della planetaria oppure a mano, provatela e porterete in tavola una colomba genuina e soffice come quella tradizionale.
QUI POTETE VEDERE IL VIDEO

 

Print Recipe
Colomba dolce facile
La ricetta facile ed infallibile per fare la colomba di pasqua, soffice e buonissima.
Voti: 13
Valutazione: 4,38
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Porzioni
8 persone
Ingredienti
  • 500 g di farina 0 forte o Manitoba
  • 100 g di zucchero semolato
  • 140/150 ml di acqua
  • 100 g di burro
  • 5 g di sale
  • 15 g di lievito di birra fresco oppure 4 g di lievito di birra secco
  • 2 uova intere a temperatura ambiente
  • 1 tuorlo a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 limone buccia grattugiata
  • 1 arancia buccia grattugiata
Per la glassa mandorlata
  • 40 g di farina di mandorle
  • 10 g di amido di mais
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 albume
  • zucchero a velo
  • mandorle per decorare
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 40 minuti
Porzioni
8 persone
Ingredienti
  • 500 g di farina 0 forte o Manitoba
  • 100 g di zucchero semolato
  • 140/150 ml di acqua
  • 100 g di burro
  • 5 g di sale
  • 15 g di lievito di birra fresco oppure 4 g di lievito di birra secco
  • 2 uova intere a temperatura ambiente
  • 1 tuorlo a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
  • 1 limone buccia grattugiata
  • 1 arancia buccia grattugiata
Per la glassa mandorlata
  • 40 g di farina di mandorle
  • 10 g di amido di mais
  • 100 g di zucchero semolato
  • 1 albume
  • zucchero a velo
  • mandorle per decorare
Voti: 13
Valutazione: 4,38
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. Nella planetaria con gancio a foglia disponete la farina a fontana, mettete al centro il lievito di birra sbriciolato, lo zucchero, il burro a pezzetti, le uova intere, il tuorlo, la scorza grattugiata di arancia e limone, l'estratto di vaniglia e metà dell’acqua, impastate brevemente, aggiungete la restante acqua ed il sale.
 Impastate per circa 15 minuti con gancio ad uncino fino ad avere un impasto elastico e ben incordato. Staccate un paio di volte a distanza di 5 minuti l’impasto dal gancio e capovolgetelo in modo da dare maggiore forza alla pasta. Se non avete la planetaria potete fare quest'operazione anche a mano, impastando prima nella ciotola poi appena tutti gli ingredienti sono ben amalgamati spostatevi su di un piano di lavoro e impastate energicamente per circa 5 minuti sbattendo ogni tanto con forza l'impasto sul tavolo per così attivare il glutine.
  2. Fate lievitare in una ciotola leggermente imburrata ben coperta con pellicola alimentare fino a quando non triplica, ci vorranno circa 2 ore. Per aiutare la lievitazione mettetelo nel forno spento con luce accesa, preriscaldato a 50°.
  3. Trascorso il tempo sgonfiate l'impasto e spostatelo su un piano di lavoro per formare la colomba. Arrotolate (incartare) l'impasto su se stesso, ruotatelo di 90° e arrotolatelo nuovamente su se stesso
  4. Dividete in 2 pezzi uguali ed arrotolate entrambi nuovamente come fatto sopra. Con questi pezzi formerete le ali e il corpo della colomba.Dividete in 2 pezzi uguali ed arrotolate entrambi nuovamente come fatto sopra. Con questi pezzi formerete le ali e il corpo della colomba.
  5. Allungate le ali dategli la forma a ferro di cavallo e posizionatele nello stampo da 1 kg, prendete il corpo allungatelo un po’, sagomate la testa e sistematelo sopra le ali. Fate lievitare fino a quando non raggiunge il bordo dello stampo coprendo con pellicola, ci possono volere dalle 2 alle 4 ore, dipende dalla temperatura esterna.
  6. Intanto in una ciotola unite l'albume con la farina di mandorle, l'amido di mais e lo zucchero semolato, mescolate bene con una frusta a mano. Spennellate delicatamente la glassa sulla colomba, cospargete con zucchero in granella, qualche mandorla e spolverate con abbondantemente zucchero a velo. Mettete lo stampo da colomba in una teglia in modo che se in cottura cola un po' di glassa non sporcherete il forno. Fate cuocere in forno preriscaldato a 185°C per circa 40 minuti nella parte più bassa del forno, fate sempre la prova stecchino prima di sformare. Se dopo 35 minuti si colora troppo coprite con un foglio di alluminio. Sformate, fate raffreddare su di una gratella
Note

 

  • Resta morbida fino a 3 giorni ben chiusa in sacchetto per alimenti.
  • Potete arricchire l'impasto con canditi o gocce di cioccolato che dovete inserire dopo aver incordato l'impasto.
  • La dose di acqua varia tra i 140/150 ml perché dipende dal grado di assorbimento della farina che usate.

 

A Pasqua dona una colomba fatta con le tue mani, sciuè sciuè e buonissima!

 

Se provi questa ricetta, scatta una foto, usa l’hashtag #chiarapassion e farai parte della mia gallery!

 

Dolce vita
Enrica

 

69 Comments

  • Elisabetta ha detto:

    È bellissima Enrica!!!per chi,come me,impasta a mano,è una bella opportunità…;) ho già provato,altre ricette,leggerò la tua…complimenti e buon inizio di mese…sereno weekend :-*

    • Enrica Panariello ha detto:

      Elisabetta vedrai sarà un piacere fare questa colomba a mano e poi impastare è rilassante…vero?

    • Marta ha detto:

      Ciao Enrica una domanda ma se si vuole fare senza glutine cambia qualcosa? Grazie mille!!

      • Enrica Panariello ha detto:

        Ciao Marta non ho mai provato a farla senza glutine quindi non so consigliarti per le farine, come ben sai i lievitati hanno bisogno di una buona maglia glutinica che viene sviluppata dalle farine forti (con glutine), per ottenere un prodotto buono puoi provare con le farine gluten free studiate apposta per pane, pizza e brioche.

  • Angela ha detto:

    Ciao Enrica, volendo inserire i canditi o gocce di cioccolato nell’impasto non ho chiaro il momento in cui inserirli. Io credo di aver capito dopo la prima lievitazione, si sgonfia l’impasto, si inseriscono i canditi o gocce di cioccolato, si formano ali e corpo e poi si passa alla seconda lievitazione. È giusto così? Anche perché se inserissi le gocce di cioccolato prima della ‘prima’ lievitazione, queste si scioglierebbero. Mmahhh, forse mi sono risposta da sola, ahahahahahahahah!? comunque ogni scusa è sempre valida per dirti grazie per essere sempre accanto a chi ama la cucina e non può o non vuole perderci tempo a discapito del gusto!!! Baci

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Angela i canditi o gocce di cioccolato li devi inserire dopo la prima lievitazione, devi sgonfiare l’impasto stenderlo leggermente e inserirli, poi impasta bene per incorporarli. Se usi le gocce di cioccolato tienile in freezer così rimangono belle integre…grazie a te per essere qui ed essere sempre così carina, buon w.e.

  • Adelina Monzo ha detto:

    Buongiorno e grazie per aver condiviso questa bella ricetta!
    Vorrei proprio farla ma, avendo due stampi da 750 g e volendo utilizzarli entrambi, come potrei regolarmi per le quantità?
    Grazie,
    Adelina

  • Enrica Panariello ha detto:

    Adelina per farne 2 da 750 g ti conviene raddoppiare gli ingredienti e semmai oltre a 2 da 750 g puoi ricavarne anche un paio piccolline da fare senza stampo come ho fatto vedere qui: https://www.chiarapassion.com/2014/04/colomba-di-pasqua-facile-e-veloce-e.html

  • Elena ha detto:

    A me è venuto l’impasto un po’ appiccicoso forse dovevo aggiungere un pó di farina? E quando ho aggiunto le gocce dopo la lievitazione mi si sono sciolte, e le avevo messe anche in freezer.

    • Enrica Panariello ha detto:

      Elena dipende dalla farina, ognuna ha il suo grado di assorbimento liquidi quindi se era molto appiccicoso bastava aggiungere 1 cucchiaio di farina e lavorare bene. Stranissimo che le gocce di cioccolato si siano sciolte, forse hai lavorato troppo l’impasto per incorporarle.

  • Gloria ha detto:

    L’ho provata Enrica ed era proprio buona!❤️ L’unica cosa è che sul fondo l’impasto è rimasto un po’ “compatto”. Secondo te dipende dalla mancanza di cottura o di lievitazione?

  • Fonte ha detto:

    La colomba è cresciuta bene è buona ma mi è venuta molto asciutta quale potrebbe essere stato il mio sbaglio?

  • Chiara ha detto:

    Ricetta fantastica e veloce!! Addirittura meglio di quelle che richiedono 3-4 o piu ‘ lievitazioni!
    Soffivissima e alveolatura perfetta!
    Con una dose e mezza ne ho fatte 2, una da un kg ed una da 750!!

  • Sara ha detto:

    Ciao ho eseguito la ricetta ma la colomba non é venuta molto soffice, un po’ secca e non so se puó dipendere dalla cottura, forse doveva cuocere per meno tempo. Ho usato il bimby, ho impastato per 15 minuti, ho fatto bene o dovevo impastare per meno tempo? E c’é differenza se uso il burro a temperatura ambiente o freddo di frigo? Grazie. I tuoi consigli mi sono sempre utilissimi.

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Sara se usi il bimby devi impastare seguendo il sul procedimento d’impasto perché il bimby non è una planetaria ma un impastatrice dinamica quindi i tempi sono più brevi, fai questa ricetta seguendo il procedimento bimby del pan brioche o comunque lievitati. Per la cottura se il tuo forno è più potente può poterci meno tempo, controlla dopo 25-30 minuti con stecchino.

  • Sefora ha detto:

    Ciao Enrica,vorrei provare a farla e mettere una crema all’interno: come e quando aggiungerla? Grazie le tue ricette sono super buone e sempre alla portata di tutti.

  • Maria Grazia ha detto:

    Ciao Enrica vorrei chiederti se posso diminuire il lievito e mettere l’impasto in frigo, se si quando? Grazie x le meravigliose ricette.

    • Enrica Panariello ha detto:

      Certo Maria Grazia puoi tranquillamente fare una lunga lievitazione in frigo mettendo poco lievito, ne basteranno 5 g e fare la prima lievitazione in ciotola, poi una volta tolto l’impasto dal frigo fai tornare a temperatura ambiente dai la forma e procedi come da ricetta.

  • Carmela de martino ha detto:

    Buonissima, profumata e ti dirò l’ho preparata più di 10 giorni fa ed è ancora buona! Morale della favola: le ho preparate per la Santa Pasqua e sostituite con quelle con il lievito madre!!!!

  • Silvia ha detto:

    Ciao Enrica non trovo gli stampi in carta a forma di colomba. Come posso sostituirlo? Grazie!!
    Silvia

  • Elena ha detto:

    Ciao Erica!
    Vorrei provare a fare questa bellissima colomba perché mia figlia è allergica alle nocciole e non può mangiare niente che contenga tracce di frutta a guscio.. Per questo vorrei chiederti se è possibile sostituire la farina di mandorle con qualcos’altro per la glassa. Grazie mille!

  • maria ha detto:

    In questo impasto,posso fare due colombe da 750g ? vero ti ringrazio

  • Michela ha detto:

    Ciao! Per uno stampo da 750 gr quanto devo diminuire le dosi? Grazie! Le tue ricette sono sempre infallibili!!!

  • Silvia ha detto:

    ciao Enrica! Vorrei provare a fare la Colomba ma non ho il lievito di birra fresco, ma solo quello in polvere! va bene lo stesso? E, nel caso, va inserito nello stesso modo ed il procedimento è lo stesso? Ti ringrazio e auguri di buona Pasqua!
    Silvia

  • Marta ha detto:

    Ciao Enrica, provo a fare questa ricetta… la glassa viene buona anche senza farina di mandorle?

  • Marco ha detto:

    Ciaooo Enrica! vorrei fare questa colomba mettendo le gocce di cioccolato come hai indicato tu, ti chiedo però come posso fare la glassa sopra a base di cioccolato?
    Grazie 1000!!

  • Valentina ha detto:

    Sto per infornare la colomba ma nel leggere la parte finale appare riportata due volte la procedura per la glassa, prima della cottura e dopo la cottura. Nel leggere i commenti leggevo che scrivevi di fare la glassatura successivamente, a colomba be fredda . . ma una domanda se posso, poi va lasciata semplicemente sciugare la glassa ?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Valentina la glassatura a freddo era riferito ad un commento di un ragazzo che mi chiedeva come glassare con cioccolato e solo in quel caso va fatta dopo. La colomba va spennellata con la glassa prima d’infornare ti sconsiglio di farlo da cotta.

  • Cinzia ha detto:

    Vorrei provare questa ricetta ma trovare il lievito di birra fresco in questo periodo è impossibile! Ho in casa del biolievito madre in polvere… Potrei usare quello? Quanto dovrei usarne ?
    Grazie mille

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Cinzia se parli di lievito madre che al suo interno ha anche il lievito di birra secco allora non ci sono problemi le dosi sono più o meno le stesse le lievito di birra secco, leggi dietro la confezione.

  • Sara ha detto:

    Ciao Enrica, vorrei chiederti se la seconda lievitazione (hai scritto che dura dalle 2 alle 4 ore) la prolungassi, è un problema? E’ per il fatto che lavoro dalle 13 alle 20.
    Grazie

    Sara

  • Elisa ha detto:

    Ciao Enrica, amo molte tue ricette. Stavo pensando di fare questa ma preferirei non a forma di colomba. Che stampo potrei usare? Una tonda ma di quanti cm? O da plumcake? Forse 2 da plumcake?
    Il sapore della colomba piace molto a mio marito! Vorrei fargli una Sorpresa per l’anniversario…

  • Chiara ha detto:

    Ciao Enrica, nel caso la facessi senza glutine essendo celiaca? Modifico qualcosa? Grazie!

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Chiara come ben sai i lievitati hai bisogno di farine forti per sviluppare una buona maglia glutinica quindi non sempre è facile “sglutinare” le ricette, ti consiglio di provare utilizzando un mix pronto di farine per pane e pizza senza glutine.

  • michela ha detto:

    posso cuocere nel forno ventilato? lo statico no mi da mai buoni risultati

  • Terry ha detto:

    Ciao Enrica vorrei preparare la tua colomba per poterla regalare la domenica di pasqua volevo chiederti quanti giorni prima mi consigli di farla Graie mille anticipatamente

  • Sara ha detto:

    Ciao, che bella e deve essere buonissima. Vorrei provare a farla, ma ho un problemino….essendo allergica alle mandorle, c’è un modo alternativo di fare la glassa senza mandorle????

  • Francesca ha detto:

    Ciao, sarebbe possibile utilizzare il lievito madre fresco?

  • Isabella ha detto:

    Ciao! Ho lo stampo da 750 gr. Quanto impasto tolgo per fare una mini colomba? Grazie.

  • Stefania ha detto:

    Ciao ho solo 350 gr di farina Manitoba, si può aggiungere la restante 00?

  • Veronica ha detto:

    è possibile realizzare la colomba senza stampo come per le mini colombine? Lieviterebbe comunque bene in forno?
    Grazie e Buona Pasqua!

  • Daniela ha detto:

    Ciao Enrica,
    ho provato la ricetta, ma devo aver sbagliato qualcosa perché si era gonfiata molto in lievitazione poi si é afflosciata e in cottura non ha più gonfiato rimanendo spugnosa. Ho sbagliato forse a far la 2 lievitazione nel forno spento? Dovevo lasciarla all’esterno e senza pellicola?
    Poi ho cotto in forno statico.
    Grazie mille! Di solito le tue ricette mi escono sempre e sono il top 😍

  • Maura ha detto:

    Ciao Enrica, ti scrivo per ringraziarti dell’ottima ricetta. Ieri ho fatto la colomba dolce è riuscita benissimo sia come aspetto, gonfia e colorata, sia di sapore. Anche la cottura mi è riuscita benissimo. Ho utilizzato uno stampo in silicone a forma di colomba. Ho eseguito alla lettera le tue istruzioni, ho solo proseguito la cottura per altri 10 min, per il mio forno a gas. Complimenti per la ricetta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.