Casatielli napoletani

ad

Non è Pasqua senza casatiello napoletano “sugna e pepe“.
Quest’anno dovete solo scegliere se fare il casatiello classico nello stampo a ciambella oppure tanti mini casatielli negli stampi monoporzione, in entrambi i casi il successo è assicurato!!!
L’idea di fare tanti mini casatielli mi è venuta dopo averli visti qui e così ho subito pensato di adattate la mia ricetta infallibile del casatiello napoletano per realizzare un formato mini…il risultato finale è incredibile: stessa mollica morbidissima ed umida, in un formato monoporzione, ideale anche per regalini homemade.
Dei casatielli sugna e pepe di una golosità unica, profumano all’istante la casa di buono e sono perfetti come idea segnaposto per il pranzo di Pasqua ma anche per la gita di pasquetta dove ognuno avrà il suo casatiello tutto da gustare!!!
Per avere un casatiello “sugna e pepe” eccezionale dovete rispettare 4 semplici regole:

  1. lavorate l’impasto a lungo, sbattendolo sul tavolo con forza in modo da sviluppare una maglia glutinica forte.
  2. Non dovete avere fretta. E’ un errore dare i tempi precisi per la lievitazione, perché varia secondo la temperatura esterna, la quantità di lievito e la forza della farina. Lasciate l’impasto crescere lentamente…ma poi sarà una grande soddisfazione vederlo triplicato.
  3. Il ripieno deve essere ricco, non c’è nulla di più triste di un casatiello poco saporito, quindi lo strutto è fondamentale (non mi chiedete sostituzioni con olio o burro perché non sarebbe più un casatiello), salame napoletano, provolone semi piccante, pecorino, parmigiano e tanto pepe.
  4. Il forno deve essere tiepido. Accendete il forno a 180° e quando è tiepido e non ha ancora raggiunto la temperatura infornatelo, in questo modo si cuocerà lentamente senza “colorarsi” subito fuori.

Per farvi capire quanto è facile farlo anche senza planetaria o impastatrice ho realizzato per voi un VIDEO, non c’è impasto più antistress del casatiello, se lo farete mi capirete!!!

LEGGI ANCHE LA RICETTA:

Print Recipe
Casatielli Napoletani
La ricetta originale del casatiello napoletano in formato mini: stessa mollica umida e soffice della versione grande, sono una vera tentazione!!!
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 35-40 minuti
Porzioni
14 mini casatielli
Ingredienti
  • 500 g di farina forte (W 300)
  • 250 ml di acqua (temperatura ambiente)
  • 15 g di lievito di birra (leggi note)
  • 130 g di strutto (a temperatura ambiente) + 20 g per ungere
  • circa 40 g di pecorino romano grattugiato
  • circa 40 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 200 g di salame tipo Napoli e ciccoli (io uso solo salame)
  • 150 g di provolone semi piccante
  • 10 g di sale
  • pepe nero in abbondanza
  • 4 uova di quaglia per decorare (opzionali)
  • 1 tuorlo più 1 cucchiaio di latte per spennellare
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 35-40 minuti
Porzioni
14 mini casatielli
Ingredienti
  • 500 g di farina forte (W 300)
  • 250 ml di acqua (temperatura ambiente)
  • 15 g di lievito di birra (leggi note)
  • 130 g di strutto (a temperatura ambiente) + 20 g per ungere
  • circa 40 g di pecorino romano grattugiato
  • circa 40 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 200 g di salame tipo Napoli e ciccoli (io uso solo salame)
  • 150 g di provolone semi piccante
  • 10 g di sale
  • pepe nero in abbondanza
  • 4 uova di quaglia per decorare (opzionali)
  • 1 tuorlo più 1 cucchiaio di latte per spennellare
Preparazione
  1. In una capiente terrina versate la farina, al centro il lievito sbriciolato, ed iniziate ad impastare aggiungendo 250 ml di acqua a temperatura ambiente o appena tiepida. Appena il composto inizia a legarsi aggiungete il sale e 50 g di strutto preso dal totale, volendo già in questa fase potete aggiungere una spolverata di pepe. Impastate con vigore "sbattendo" più volte l'impasto sul piano di lavoro in modo da sviluppare una maglia glutinica forte, fino ad avere un impasto morbido ma non appiccicoso ed elastico, ci vorranno circa 5-10 minuti. (Io ho usato 250 ml di acqua, regolatevi in base alla farina che usate). Fate lievitare in una ciotola unta di strutto coperta con pellicola alimentare fino a quando non triplica. Consiglio di metterlo nel forno spento preriscaldato a 50° con luce accesa.
  2. Quando l’impasto è ben lievitato, ci vorranno circa 2-3 ore (i tempi variano in base a quanto lievito usate e alla temperatura di casa), trasferitelo su di un piano di lavoro leggermente infarinato, sgonfiatelo e prendete un pezzo d’impasto e tenetelo da parte, vi servirà per fare le striscioline sulle uova. Stendete l'impasto con matterello formando un rettangolo di circa 25x35 cm dello spessore di 1 cm. Spalmate su tutto il rettangolo lo strutto morbido rimasto (80 g) usando le mani, aggiungete i formaggi grattugiati, i salumi ed il provolone tagliati a piccoli cubetti ed una generosa spolverata di pepe. Arrotolate il rettangolo delicatamente su se stesso come un salame.
  3. Ungete bene con circa 20 g di strutto gli stampini in alluminio usa e getta (vi sconsiglio lo stampo da muffin perché le cavità sono troppo piccole ed otterreste dei casatielli poco morbidi). Ricavate 14 palline di circa 80 g l'una staccandole delicatamente dal rotolo e sistematele negli stampi. Fate lievitare fino al bordo dello stampo coperto da un canovaccio leggermente umido lontano da correnti d'aria, l'ideale è il forno spento con luce accesa, ci vorranno circa 2 ore (i tempi di lievitazione sono sempre soggettivi, perché dipendano dalla temperatura dell’ambiente e da quanto lievito usate). Lavate bene il guscio delle uova, disponetele solo su 4 casatielli per la simbologia cristiana, con l’impasto tenuta da parte fate dei bastoncini che disporrete a croce sulle uova. Spennellate i casatielli con un tuorlo d’uovo mescolato con 1 cucchiaio di latte.
  4. Accendete il forno a 180° statico e quando è tiepido e non ha ancora raggiunto la temperatura, infornate nella parte centrale in modo che cuoceranno lentamente, ci vorrà circa 35-40 minuti. Prima di sfornare fate la prova stecchino che deve uscire asciutto, i casatielli devono essere ben dorati. Fate raffreddare e servite.
Note
  • Si conservano soffici fino a 4 giorni ben chiusi in pellicola alimentare. Dopo 2 -3 giorni prima di servirli riscaldateli leggermente al microonde per 10 secondi a massima potenza per far sprigionare tutto il profumo.
  • Una volta cotto si possono congelare fino a 3 mesi.
  • Se volete fare una lievitazione più veloce potete usare 20/25 g di lievito di birra.
  • Con questa dose potete fare anche 1 casatiello grande con stampo a ciambella da 24 cm. Oppure potete seguire la ricetta del casatiello sfogliato.
  • Usate una buona farina forte w 300, la trovate facilmente in tutti i supermercati, potete usare il marchio che preferite. Essendo una farina ricca di glutine assorbe meglio i liquidi e trattiene più anidride carbonica così sarà più facile ottenere un impasto elastico, resistente alla lievitazione di un impasto ricco di grassi. In alternativa potete usare metà farina 00 e metà farina Manitoba oppure una buona farina 0 per pane tagliata con il 30% di Manitoba.

DOLCE VITA
ENRICA

4 Comments

Rispondi a Matilde Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.