Vai al contenuto

Pasta allo scarpariello

lo-scarpariello-ricetta-partenopea-ricetta-campana-sugo-di-pomodoro-formggio-pasta-di-gragnano-fusilli-lunghi

La pasta allo “Scarpariello” è un’antica ricetta partenopea buonissima e facilissima da fare insomma un primo piatto sciuè sciuè!!!
E’ un mio “cavallo di battaglia” che faccio spesso, in inverno con i pomodorini pelati e in estate con i pomodorini freschi; un sughetto veloce e buonissimo che si prepara durante il tempo di cottura della pasta.
Per realizzare lo scarpariello servono solo 3 ingredienti: Pasta, meglio se di Gragnano trafilata a bronzo, sugo di pomodoro avanzato o fatto al momento con pomodorini o pelati, abbondante parmigiano reggiano e pecorino.
Lo scarpariello grazie alla mantecatura finale con abbondante formaggio grattugiato è un sugo cremoso e saporito, di quelli che sanno di casa.
Lo scarpariello è una ricetta campana che prende il nome dai calzolai, in dialetto napoletano scarpari; un piatto veloce che loro preparavano utilizzando il sugo di pomodoro che avanzava dalla domenica e il formaggio che veniva portato dai contadini come ricompensa per il servizio che gli veniva offerto.
Lo scarpariello, come spesso succede per le ricette tipiche campane, è un piatto del popolo, un piatto povero che oggi si è trasformato in un piatto gourmet grazie all’uso di materie di prima qualità. Ho utilizzato i fusilli lunghi bucati, una pasta di Gragnano I.G.P. che mantiene in modo perfetto la cottura senza spezzarsi. Questo formato di pasta è tipico campano ed il suo nome ha origine antiche: i fusilli venivano prodotti attorcigliando uno spaghetto intorno ad un ferro da calza, con un procedimento che ricordava molto il lavoro delle filatrici. L’abbinamento tra fusilli lunghi e “scarpariello” è semplicemente perfetto, provatelo presto e sono certa che lo farete e rifarete!!!

LEGGI ANCHE PASTA ALLA PUTTANESCA

come-fare-la-pasta-con-sugo-scarpariello-pasta-di-gragnano-fusilli-lunghi

Pasta allo scarpariello
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Un primo piatto facile e veloce che si prepara durante il tempo di cottura della pasta.
Autore:
Tipo ricetta: Primo piatto
Dosi per: Per 2 persone
Ingredienti
  • 200 g di fusilli lunghi bucati
  • pomodorini freschi o pomodorini pelati
  • 30 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 20 g di pecorino romano grattugiato
  • basilico fresco
  • olio extra vergine d'oliva
  • aglio
  • sale
  • peperoncino (opzionale)
Preparazione
  1. In una larga padella fate imbiondire l'aglio nell'olio con il peperoncino, aggiungete i pomodorini tagliati a metà o quelli pelati, cuocere a fiamma vivace per circa 8 minuti, eliminate l'aglio e aggiustate di sale.
  2. Lessate la pasta al dente in abbondate acqua salata in ebollizione. Scolatela un paio di minuti prima della fine del tempo di cottura e ultimate la cottura nella padella con il sugo di pomodorini.
  3. A questo punto tenendo la fiamma bassa unite man mano i formaggi grattugiati e mescolate bene, se c'è bisogno aggiungete 1 cucchiaio di acqua di cottura della pasta che servirà per mantecare bene il tutto. Spegnere la fiamma e unire il basilico fresco. Servire subito.

Note:

  • In estate realizzate il sugo con i pomodorini freschi.
  • Potete usare anche il ragù avanzato della domenica o pomodori pelati.

Provate presto la pasta allo Scarpariello per portare il profumo di buono a tavola.
Dolce vita
Enrica

I vostri commenti

Iscriviti
Notificami
guest
Rate this recipe:  

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

7 Commenti
Più vecchi
Più recenti Più votati
Feedback in Linea
Visualizza tutti i commenti
Patalice
8 anni fa

…una normalissima pasta al pomodoro…
attenzione
non ho scritto banalissima o noiosissima, perché nella pasta al pomodoro c’è tutto il gusto, buono, della normalità!

Marta
8 anni fa

Mi piace un sacco il formato di pasta che hai scelto. ;)

Erika Pinkekys
8 anni fa

Io uso farlo tantissimo nella bella stagione con i pomodori freschi, san marzano e tanto parmigiano, adoro la cremina che si forma ^_^ ma non sapevo proprio che in gergo napoletano fosse chiamato così ;)
Baci Baci

Francesca P.
8 anni fa

Mia nonna mi sgriderebbe perchè non conosco questo primo, ma non è colpa mia se ho approfondito poco in cucina le mie origini campane… meno male che Paola ogni tanto mi aiuta e che tu pubblichi certe ricette! :-) Si pensa di conoscere tutto o quasi e invece…
Il formato della pasta che hai scelto mi piace, mi fa pensare a lunghi capelli coi boccoli, che io non ho ma da bambina sognavo…

7
0
Apprezzo i tuoi pensieri, per favore commentax