Le Zeppole di San Giuseppe: al forno e fritte

Ogni anno per la Festa del papà aiuto mia madre a preparare le Zeppole di San Giuseppe per festeggiare anche l’onomastico di mio padre.
Lei è bravissima a fare le zeppole fritte, usa una ricetta di famiglia infallibile che prevede un trucchetto per non far assorbire  l’olio all’impasto. Si tratta di bollire in acqua bollente le zeppole per pochi minuti, fino a quando non vengono a galla, farle asciugare su di un canovaccio per poi procedere alla frittura.
Un procedimento ottimo ma lungo e laborioso, così ho cercato in rete un’alternativa. Girovagando mi sono imbattuta nel forum Gennarino ed ho scoperto le zeppole perfette di Antonia Russo del blog Appunti di cucina di rimmel.
La ricetta di Antonia è molto simile a quella di mia madre, però ha un accorgimento che ha subito catturato la mia attenzione: passare le zeppole prima nel forno caldo e poi friggerle.
Le zeppole di San Giuseppe con il trucchetto del forno sono buonissime, leggere, per nulla unte, sembrano quasi fatte al forno, ma hanno tutta la morbidezza ed il sapore che solo la zeppola fritta può avere.
Ho provato anche la versione al forno che contiene il burro al posto dello strutto, ottima anche questa variante, a voi la scelta su quanto volete peccare; entrambe le ricette di Zeppole di san Giuseppe sono di sicura riuscita e infallibili!

ALTRE DOLCI TIPICI NAPOLETANI:

ricetta-zeppole-di-san-giuseppe-fritte-con-trucco-precottura-in-forno-leggere zeppole-di-san-giuseppe-fritte-non-unte-interno-vuoto

Le zeppole di san Giuseppe al forno

(Per circa 20 zeppole misura media)
250 g di farina 00
250 g di acqua
200 g di burro
6 uova medie
5 g di sale
Per farcire
Amarene
  1. In una casseruola dal fondo spesso portate ad ebollizione l’acqua insieme al sale ed il burro a pezzi.Versate la farina in un solo colpo e, fuori dal fuoco, mescolate con un cucchiaio di legno, riportate sul fuoco, cuocete per qualche minuto sempre mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo che si stacca dalla pentola, togliete dal fuoco.
  2. Trasferite il composto nella planetaria con frusta K e lasciate girare per 3 minuti in modo da far raffreddare leggermente l’impasto; unite le uova una alla volta, aggiungete il successivo solo quando il precedente è stato ben assorbito dall’impasto. Dovrete ottenere un composto liscio della consistenza di una crema pasticcera  soda.
  3. Mettete l’impasto in una tasca da pasticciere con bocchetta a stella spizzata, la mia ha un diametro di 10 mm se le volete più grandi dovete usare una bocchetta più grande. Formate le zeppole sulla teglia ricoperta da carta forno. La misura della zeppola è data dalla misura della bocchetta, io faccio sempre solo 1 giro ma se le volete altissime potete fare doppio giro.
  4. Cuocere in forno statico preriscaldato a 200° per i primi 10 minutie poi a 180°per circa 25-30minuti fino a quando sono dorate. Se gli ultimi 5 minuti vedete che si forma la condensa nel forno, mettete un cucchiaio di legno per tenere il forno leggermente aperto in modo da far uscire il vapore . Lasciate raffreddare per circa 10 minuti nel forno spento e socchiuso in modo che si asciughino bene e per non far avvenire lo schock termico caldo/freddo che la pasta bignè non ama. Quando sono fredde guarnite con crema pasticciera, che nella versione al forno potete mettere anche dentro, un’ amarena e zucchero a velo.

Nota:

  • La buona riuscita delle zeppole al forno dipende soprattutto dalla cottura e quindi i tempi e la temperatura sono da provare anche in base alla conoscenza del proprio forno.
  • La ricetta della crema pasticcera di Montersino versione classica e versione al microonde.

come-fare-le-zeppole-san-giuseppe-al-forno-e-fritte-ricetta

zeppole-di-san-giuseppe-chiarapassionZeppole di San Giuseppe fritte

(Per circa 20 zeppole misura media)
250 g di farina 00
250 g di acqua
35 g di strutto o burro
5 uova
5 g di sale
olio di semi di arachidi per friggere

 

  1. La ricetta è simile a quella della pasta bignè al forno però si sostituisce il burro con 35 g di strutto, se non lo trovate vengono bene anche con il burro.
    L’impasto deve essere più sodo rispetto a quello al forno quindi dopo il 4° uovo inserite le uova a cucchiate per verificarne la consistenza, l’impasto finale deve essere come una crema pasticcera bella soda che mantiene la forma. Se usate uova medie-grandi ne basteranno 5, mentre se usate uova molto piccole ne possono servire 6.
  2. In una casseruola dal fondo spesso portate ad ebollizione l’acqua insieme al sale e lo strutto. Versate la farina in un solo colpo e, fuori dal fuoco, mescolate con un cucchiaio di legno, riportate sul fuoco, cuocete per qualche minuto sempre mescolando fino ad ottenere un composto omogeneo che si stacca dalla pentola, togliete dal fuoco.
  3. Trasferite il composto nella planetaria con frusta a foglia e lasciate girare per 3 minuti in modo da far raffreddare leggermente l’impasto; unite le uova una alla volta, aggiungete il successivo solo quando il precedente è stato ben assorbito dall’impasto. Dovrete ottenere un composto liscio della consistenza di una crema pasticcera soda.
  4. Mettete l’impasto in una tasca da pasticciere con bocchetta a stella spizzata, la mia ha un diametro di 10 mm se le volete più grandi dovete usare una bocchetta più grande. Io faccio sempre solo 1 giro d’impasto perché mi piacciono di misura regolare, se invece le volete altissime dovete fare doppio giro. Formate le zeppole sulla teglia ricoperta da carta forno.
  5. Infornate le zeppole in forno caldo a 200° fino a quando le zeppole si staccheranno facilmente dal fondo della teglia, dopo circa 10 minuti.
  6. Appena si tolgono dal forno devono essere fritte in olio caldo ma non bollente. Per gestire meglio la frittura vi consiglio di non infornare più di 4 zeppole per volta, perché in cottura triplicano. Durante la frittura è importante girarle spesso e cuocerle a lungo, ci vogliono circa 10 minuti, alzate la fiamma verso la fine per farle dorare, la fiamma all’inizio deve essere bassa in modo che le zeppole cuociono bene anche dentro e risultano belle vuote. Sgocciolatele su carta assorbente da cucina.
  7. Per la nuova frittura togliete la padella dal fuoco in modo da abbassare la temperatura dell’olio, friggete le zeppole che escono dal forno e spostate la padella sul fuoco basso; procedete come sopra. La zeppola fritta rispetto a quella al forno mantiene meno la forma perché lo strutto rende l’impasto più delicato e in cottura si gonfiano a dismisura.
    Farcite con crema solo sopra, un’ amarena e zucchero a velo.

Note:

  • Il numero delle uova può variare secondo la loro grandezza, è buona norma inserire le ultime uova sempre a cucchiate in modo da fermarvi appena raggiungete una consistenza cremosa ma soda. Se usate uova molto grandi ne possono bastare anche solo 4, io solitamente uso uova medie e ne metto 5.
  • Potete anche impastare a mano mettendo l’impasto in una grande terrina e lo “sbattete” con le mani.

Provate le mie zeppole di San Giuseppe e diventeranno la vostra ricetta preferita!

Dolce vita
Enrica

124 Comments

  • Valentina ha detto:

    Ti sono venute perfette, sono qui con l'acquolina a mille! Io le adorooooooooooo <3 Bravissima!!! Spero di prepararle lunedì, poi ti faccio sapere! Sogni d'oro tesorino dalle mani d'oro <3

  • Mimma e Marta ha detto:

    Veramente magnifiche…che voglia di prenderne una…ops due :-)

  • Tesoro adoro le zeppole! mi hai fatto venire una fame!
    che carine che sono,ti sono venute benissimo…
    un abbraccio Ele

  • Sugar ha detto:

    Ci avrei scommesso che da te trovavo le zeppole di San Giuseppe: F-A-V-O-L-O-S-E! Ma davvero sono fritte? Che trucco passarle prima nel forno e poi friggerle! Io le faccio solo cotte al forno, ma mi hai aperto un mondo!
    Bellissima anche la parmigiana di scarole del post precedente che mi ero persa, la devo provare, perchè mi sa che è troppo buona!
    Un abbraccio forte, cara Enrica :-)

  • Annalisa B ha detto:

    Sono una favola! Ma sai che io non le ho mai assaggiate? Posso prenderne una? (Fosse vero!!! Poterle assaggiare!)
    Allora proverò a farle e a seguire la tua bella ricetta!
    Bravissima Enrica!
    Bacioni<3

  • lapetitecasserole ha detto:

    Ma sai che sono riuscita a trovarle pure qui a Montreal? sono buone, ma non sono certamente belle come le tue… bellissime le foto, quella crema mi é sembrato di poterla acciuffare con un dito!

    • chiarapassion ha detto:

      Margherita ormai si trova tutto ovunque e le zeppole sono diventate un po' come la pizza, la crema è quella di Montersino che vene super cremosa. Poi sono curiosa di sapere il menù che prepari per la festa di tuo marito, ti abbraccio.

  • m4ry ha detto:

    Ma che belle che sono….poi, avendo il marito che si chiama Giuseppe, forse dovrei preparargliele, se non fosse che proprio il 19, staremo separati, perché io sarò a Barcellona….ok, vuol dire che gli farò festeggiare un San Giuseppe in ritardo ;) Un abbraccio !

  • Ileana Pavone ha detto:

    A casa mia si sono sempre fatte al forno e in questi giorni vorrei provare un'altra versione, speriamo di fare in tempo ^_^
    Le tue zeppole sono bellissime, davvero perfette!
    un bacione carissima e buon fine settimana!

  • Ely Mazzini ha detto:

    Sono perfette e molto golose queste zeppole, interessante il metodo di cottura…da provare!!!
    Bravissima Enrica!!!
    Bacioni…

  • Michela Sassi ha detto:

    Perfette le tue zeppole, ne prendo una e ti auguro buona giornata!
    Un abbraccio

  • Mai fatte le zeppole (e mai mangiate, aggiungerei).. lo so, un'eresia!
    Ma queste me le segno e le rifaccio.. che la festa del papà è alle porte :)

  • Ale ha detto:

    che belle anche le tue zeppole cara Enrica…a me piacciono da morire ma come sai, mi piace sempre personalizzare le ricette! complimenti cara, passare di qua è sempre un piacere! ti abbraccio e ti auguro buon weekend!

  • MissWant ha detto:

    mamma mia queste zeppole sono spettacolariiiiiiii, mi hai fatto venir voglia, brava brava brava ;*

  • Claudia ha detto:

    Mi fanno impazzire… ma non le preparopervia del burro che non posso utilizzare.. sono un vero spettacolo. non saprei se al forno.. o fritte.. ma si.. facciamo una e una… Complimenti davvero.. baci e buon w.e. :-)

    • chiarapassion ha detto:

      @Michela una zeppola tutta per te.

      @Giulietta allora se le provi fammi sapere se ti sono piaciute.

      @Ale mettere il proprio tocco nelle ricette è sempre bello, un abbraccio a te

      @Miss dai provale davvero!

      @Claudia ok te ne invio una e una e poi mi dici quale preferisci, comunque in rete ci sono anche ricette che prevedono l'olio nell'impasto al posto del burro provale.

  • Lo Ziopiero ha detto:

    Spettacolari, Enrica!
    E belle anche le foto! Molto luminose e con i colori giusti! ;)
    GNAM!

  • Silvia ha detto:

    Bellissime e rigorosamente fritte sì sì sì!!!!

    Ciao Enrica :)

  • Si sa le zeppole fritte sono le zeppole fritte!! e nessuno le batte.. però quelle al forno le trovo ottime se si vuole sgarrare con un dolcetto e non si ha voglia di friggere!!
    stupende le foto Enri..davvero belle e luminose!!
    ti rubo una zeppola e scappo!! ;)
    baci

  • Mirtilla ha detto:

    io fritte per tutta la vita!!
    qui a casa le preparo domenica :)

  • Maddalena Laschi ha detto:

    Enrica tesoro, questa ricetta e' davvero eccezionale e come sempre la cura dei particolari e della descrizione, nonché le foto bellissime e chiare mi hanno rapito di nuovo. Ho capito che questa ricetta ha un valore affettivo importante per te e ti ringrazio tanto di aver la donata per il mio contest, sai quanto apprezzo le ricette della trazione e quelle tramandate di madre in figlia, quindi ti ringrazio veramente di cuore, sapevo che non mi avrest delusa, anzi non lo farai mai! Ti abbraccio tesoro

    • chiarapassion ha detto:

      Maddy so che ami le ricette legate alla tradizione e alle nostre origini perciò ho pensato che le zeppole potessero andar bene ma soprattutto ci tenevo a partecipare al tuo bellissimo contest, sei stava veramente brava ad organizzare il tutto e le tue parole mi entrano nel cuore Grazie!

  • Audrey Borderline ha detto:

    ma sono perfette e bellissimi, complimenti!!!
    Io voglio provare a farle senza glutine, speriamo bene!!!
    buona giornata ciao ciao

  • Anna Luisa e Fabio ha detto:

    Le zeppole di San Giuseppe sono una delle cose che mi piacciono di più, con quell'azzecatissimo abbinamento crema/amarena. E poi sono nel periodo del mio compleanno e quindi le associo inevitabilmente.
    Davvero la ricetta è spettacolare, sono bellissime.

    Fabio

  • Araba Felice ha detto:

    Favolose, Enrica!!!!

    • chiarapassion ha detto:

      @Audrey poi fammi sapere come vengono senza glutine, baci a te.

      @Fabio prova questa ricetta sono sicura che conquisterà anche voi.

      @stefy un bacino e per te solo al forno ;-)

  • Francesca P. ha detto:

    Posso urlare che sei miticaaaaaaaaaaa?! :-) Io stravedo per i bignè di San Giuseppe e pensa che mio padre festeggia il 19 marzo il compleanno, l'onomastico e la festa del papà! Le nostre origini campane poi ci fanno preferire proprio le zeppole! ;-) Da quando arrivano nei panifici e pasticcerie finiscono sulla mia tavola un giorno sì e uno no… ho una vera dipendenza/passione! E va bene, al forno sono più leggeri, ma vuoi mettere la bontà del fritto? Eh no, non resisto!

    • chiarapassion ha detto:

      heheheehe Francy mi strappi subito un sorriso, Grazieeeeee! Anche mio padre si chiama Giuseppe e allora li festeggeremo insieme alla grande. Concordo con te fritte sono tutta un'altra storia.
      Baciotti e buon fine settimana

  • Eleonora Dallan ha detto:

    Enrica, che meraviglia…le foto…le ricette…le spiegazioni.
    Bravissima!
    non so se troverò il tempo di provarci anche io…ma intanto mi gusto l'occhio con le tue foto.
    post bello e utile!
    ciao!!!

  • sandra neiva ha detto:

    gosto tanto da massa de fartos, ficaram lindos e que deliciosos estão, uma perfeição mesmo perfeitos para um café.

    beijinhos

  • timoebasilico ha detto:

    Li devo assolutamente fare! Io credo che farò quelli al forno -) te sei bravissima e le foto sono stupende, mi viene una voglia guarda!!!

  • An Lullaby ha detto:

    Enrica ma sono meglio di quelle della pasticceria!! Perfette! Io le adoro, mi fanno proprio morire, eppure non ho mai provato a farle…che voglia di provarci!!! ^_^ Bravissima come sempre!!!

  • ciccoemi ha detto:

    Veramente belle, scusa una domanda ma il burro lo metto freddo di frigo?

  • ciccoemi ha detto:

    Grazie e di nuovo complimenti!!!!!!

  • Simona Mirto ha detto:

    Tesoro con questa ricetta mi colpisci al cuore… ma tu sapevi già… le zeppole sono un must anche di casa mia… e conosco molto bene il trucchetto di passare prima in forno e poi friggere… trucco che sfilai al pasticciere che lavorava nel locale dell'ex fidanzato di mia sorella… ogni anno all'assaggio di quelle delizie non mi capacitavo come le zeppole che friggevo io (nonostante per la frittura sono abbastanza ferrata e attenta) erano super unte e le loro erano asciutte… così daje che ridaje… gli tirai fuori il trucco della cottura in forno !!! ecco qua:D da allora, saranno 10 anni le zeppole le preparo così e confermo che il risultato è sorprendente… come da pasticceria… le ho fatte la scorsa domenica ma purtroppo è successo un casino con le foto degli step e non so se farò in tempo a rifare tutto per il post… :( intanto mi godo le tue e magari sperimento anche il trucchetto di tua mamma sulla bollitura… questa è davvero una novità per me:*
    risultato strepitoso e foto fantastiche:**

    • chiarapassion ha detto:

      Simo cara mi dispiace per le foto e spero tanto tu riesca a sistemare tutto però l'importante e che le zeppole siano venute buone e che l'avete pappate tutte.C'è poco da fare siamo unite dagli stessi sapori della nostra amata terra.Grazie

  • Chiara DAcunto ha detto:

    Fitte o al forno sono comunque una delizia!!!! Buona giornata!

  • Ely Valsecchi ha detto:

    Enrica ma sono perfette! Da noi non è tradizione fare dei dolci il giorno di San Giuseppe ma davvero mi vien voglia di provarle e preparare una sorpresa al papà di casa! Un bacione

  • Elena Siano ha detto:

    Noi a casa le adoriamo in tutti e due i modi ma la verita' e' che le compriamo…nessuno si e' mai cimentato…tu hai avuto proprio un risultato da pasticceria!!!! Bravissima!!!

    • chiarapassion ha detto:

      Elena e perché non ci provi quest'anno a farle tu? Sei brava e sono sicura che il risultato non sarà da meno delle mie anzi, prova a fare la metà dose.
      Baci a te

  • journeycake ha detto:

    Enrica ma quanto sei bravaaaa!! Prima o poi proverò a farle senza glutine e adotterò sicuramente i tuoi consigli. Baci

  • Fatte ieri e devo dire: FAVOLOSE!!!! Finalmente una ricetta perfetta…

  • Ma posso usare la ricetta di quelle al forno per farle fritte? Ho provato l'altro impasto ma non mi è venuto bene…

    • chiarapassion ha detto:

      Raffaella ma sono venute bene come hai scritto sopra o male? Non ho capito, comunque l'impasto per quelle al forno non va bene per farle fritte perché quelle fritte hanno bisogno di pochi grassi nell'impasto al contrario quelle al forno hanno bisogno di molto burro. Fammi sapere se hai qualche dubbio

    • Allora quelle al forno le ho fatte e sono venute perfette, ottime, superlative! Invece ho provato a fare l'impasto di quelle fritte ma quando ho messo la farina nell'acqua bollente con lo strutto, l'impasto è venuto duro e non sono riuscita ad amalgamare bene la farina; ho anche provato a farlo intiepidire ed ad aggiungere un uovo ma non si riusciva ad amalgamare

    • chiarapassion ha detto:

      L'impasto viene bello sodo è normale e lo devi girare con il cucchiaio in legno mettendoci un po' di forza.
      Poi lo fai intiepidire e aggiungendo le uova vedrai che verrà come crema sostenuta e soda, riprova!
      Smack

  • Dolci a gogo ha detto:

    Tesoro ma come ho fatto a perdermi queste zeppole fantastiche!!Al forno fritte non c'è differenza sono di una bontà unica…..Io visto che sono a dieta le proverò più avanti al forno e per adesso mi godo questa dolcissima visione!!Un bacione grande,
    Imma

  • La cucina di Esme ha detto:

    tesoro sono meravigliosamente perfette e io cercavo proprio una versione da fare al forno per dopodomani e ovvio farò questa!
    bacioni
    Alice

  • Carissima Enrica, questa ricetta sa veramente di buono. Le tue zeppole sono così belle che sarebbe un peccato mangiarle, ma immagiando la bontà sarebbe ancora più peccato non mangiarle, augurissimi al tuo papaà che poi sia chiama come il mio! Un abbraccio Manu

  • lucy ha detto:

    Che voglia di allungare la mano e rubartele non una, ma tutte!!!!!!!…io penso che il fritto ogni tanto faccia bene allo spirito!.bacio

  • Lisa Pirro ha detto:

    io le ho fatte ma perchè mi risultano morbide mentre quelle che si vendono sono croccanti in superficie. Forse la temperatura del forno???

    • chiarapassion ha detto:

      Ciao Lisa dipende sicuramente dalla cottura, le devi togliere dal forno quando sono belle dorate e soprattutto le devi far asciugare bene in forno con sportello semi aperto prima di estrarle. La cottura del bignè è legata molto alla conoscenza del proprio forno a me con questi tempi vengono perfette, pra devi fare le prove con il tuo forno magari alza la temperatura a 220° e pii abbassi.

  • Valentina ha detto:

    Rieccomi qui per dire che queste sono le zeppole più buone mai fatte e mai mangiate… non esagero, è così! Un fritto asciutto, una consistenza perfetta, scioglievoli e leggere… sei mitica!!!!! Grazie di vero cuore. Complimenti a te, alla tua mamma e ad Antonia! Un abbraccio grande <3

  • Miky ha detto:

    Enrica me le sto mangiando con gli occhi. Sei stata super brava e hai trovato un'ottima soluzione per evitare il procedimento laborioso della tua mamma. Le ricerche su internet spesso sono una salvezza ;)
    Un bacio e auguri al tuo papà!
    Miky

  • valeria fusco ha detto:

    Enrica, bravissima ! Devono essere veramente fantastiche.

  • veronica ha detto:

    enrica la ricetta di antonia èperfetta come le tue sono uscite una meraviglia complimenti

    • chiarapassion ha detto:

      @Miky grazie di cuore è vero la rete aiuta sempre!

      @Valeria tu le avrai sicuramente mangiate buone, buone…smack!

      @Veronica la ricetta di Antonia è veramente super!

  • Federica Simoni ha detto:

    O_O da vetrina queste zeppole! non sapevo i trucchetti ^_^, segno tutto sono troppo golose per non farle!! :P <3

  • La Cassata Celiaca ha detto:

    meravigliose e buonissime!! bacioni

  • oggi le ho rifatte e ho riprovato a fare quelle fritte: sono venute benissimo! Le zeppole più buone della storia!!! grazie

  • Elisa Di Rienzo ha detto:

    Le zeppole al forno?!?! Quasi quasi mi fai venir voglia di provarle!!!!
    Le tue si fanno mangiare con gli occhi!!!!!

  • Rita Sciarra ha detto:

    Enrica si avvicina il momento di provare questa ricetta ma io che non ho l’impastatrice?

  • Appena fatte…sono eccezionali!!!!

  • Alessandra ha detto:

    Impossibile dire di no!

  • Isotta ha detto:

    Che fame che viene così! Non vale, addio dieta!

  • carla ha detto:

    Si possono preparare in forno qualche giorno prima?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Carla se fai la versione al forno puoi farle senza problemi il giorno prima, poi le chiudi in un sacchetto di carta tipo quello per il pane e quando le vuoi servire le farcisci qualche ora prima con la crema.

  • Angelica ha detto:

    Ho seguito la ricetta passo passo…perchè l’impasto è liquido?
    c’è modo di recuperarlo?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Angelica impasto liquido??? E’ stranissimo, l’unica cosa che mi viene da pensare è che hai usato delle uova xxl perché con queste dosi l’impasto risulta bello corposo. Purtroppo non puoi recuperarlo perché c’è sicuramente un errore. Se le tue uova sono molto grandi allora ne bastano 4, come ho scritto nel procedimento quando inserisci le uova ti devi regolare ad occhio e capire se è il caso aggiungere anche il successivo o l’impasto è pronto. Le ultime 2 uova le puoi aggiungere a cucchiate così ti fermi appena hai la consistenza come una crema pasticcera soda.

    • Anna ha detto:

      Fantastiche le faro!!!! Solo che la crema pasticciera nn mi piace optero per la Chantilly ??

  • Lucia ha detto:

    la tua ricetta è fantastica….quest’anno vorrei fare la versione con l’impasto delle zeppole al cioccolato!! secondo te quanta farina e quanto cacao ci vuole?

  • Patty ha detto:

    Ciao… fatti nel forno e sono venuti buonissimi… domani li voglio fare fritti, ho solo olio di semi vari…. ha bene questo?

  • Nunzia ha detto:

    Ciao Enrica.. Innanzitutto volevo farti i complimenti per le tue zeppole che sono splendide e poi volevo chiederti un consiglio ho fatto altri anni la ricetta delle zeppole fritte di Salvatore De Riso anche se la ricetta Non lo prevede io le passo prima qualche minuto in forno e poi le Friggo, ma durante la frittura si aprono tutte perdendo la loro forma Secondo te dove sbaglio.. Grazie in anticipo per la tua risposta Un bacio

  • Nunzia ha detto:

    Grazie..lo farò senz’altro?

  • Concetta Saracino ha detto:

    Per le zeppole fritte: se porto fuori le zeppole dal forno prima che siano cotte poi non si appiattiscono nell’olio caldo. Per esempio con la cottura in forno è necessario farle raffreddare un po’ lasciando uscire l’umidità prima di sfornarle.

    • Enrica Panariello ha detto:

      Concetta no assolutamente non si appiattiscono anzi si gonfiano, inoltre la cottura è breve e non si crea umidità nel forno, il trucchetto del forno serve solo per non far assorbire l’olio, segui la ricetta alla lettera e ti verranno top!

  • Rossana ha detto:

    Grazie Enrica per la tua ricetta, ho fatto le zeppole al forno e e mi sono piaciute molto, asciutte ma morbide..alcune le ho fatte anche fritte,ma avrò sbagliato qualche passaggio, perché alcune si sono appiattite e altre troppo unte..comunque complimenti!!!

    • Enrica Panariello ha detto:

      Rosanna mi fa super piacere grazie a te per averle provate, per quelle fritte la ricetta dell’impasto è diversa contiene pochissimo burro e meno uova, la prossima volta per quelle fritte fai l’impasto che ho scritto e ti verranno anche quelle eccezionali.

  • Fly ha detto:

    Carissima Enrica, che voglia di zeppole!Voglio lanciarmi con la tua invitante ricetta…ho un paio di consigli da chiederti:
    1)Una volta cotti i bignè al forno, secondo te posso conservarli-vuoti-in un sacchetto di carta per un paio di giorni?
    2)i cerchi di pasta choux che hai fornato con le sac á poche di che diametro saranno più o meno?
    3)la dose della ricetta della crema è sufficiente per farcire tutte e venti le zeppole, giusto?
    Scusami per tutte queste domande!
    Grazie!
    Flavia

    • Enrica Panariello ha detto:

      Fly puoi conservare tranquillamente i bignè vuoti in sacchetto ma sinceramente le farei il giorno prima per farcirle il giorno dopo.
      Il diametro è di circa 6-8 cm.

      • Fly ha detto:

        Grazie, seguirò il tuo consiglio!buona serata!
        Flavia

      • Fly ha detto:

        L’altro ieri -in notturna!-mi sono finalmente dedicata alla preparazione di queste zeppole…posso dire solo:fantastiche, Enrica!
        devo però aver usato una bocchetta troppo piccola per formare le zeppole, perché i bignè sono venuti più piccoli dei tuoi, diciamo quasi dei mignon… ma è bastato farli cuocere un po’meno nella seconda fase(un quarto d’ora circa).La crema poi…buonissima e super veloce da fare! Il fatto di aver dovuto aspettare che il latte “montasse”sulle uova mi ha ricordato un tentativo fatto anni fa di preparare una crema con una tecnica che mi sembra si chiamasse “vulcano”, non so se ti dica qualcosa…non ricordo bene il procedimento, quello che ricordo bene però è che feci un disastro!😂
        grazie per la ricetta!
        Flavia

        • Enrica Panariello ha detto:

          Cara Fly che piacere leggerti anche qui, come ho scritto nell’articolo la grandezza delle zeppole è determinata dalla grandezza della bocchetta quindi se le vuoi più grandi devi usare una bocchetta più grande.
          La tecnica di Montersino è una vera figata visto? E lui parla proprio di “vulcanetti” un abbraccio grande a te!!!

  • Giovanna ha detto:

    Anch’io ho sempre usato questo trucchetto della doppia cottura prima in forno e poi fritte, me lo suggerì mia madre che da ragazza aveva lavorato in pasticceria 😉 … proverò la tua ricetta 😘

  • Daniela ha detto:

    Vorrei preparare le zeppole al forno il sabato sera per mangiarle la domenica dopo pranzo, devo metterle in frigorifero?? Posso farcirle già il giorno prima?

  • Deb ha detto:

    Se non ho la planetaria posso usare la frusta?

  • Silvia ha detto:

    Ciao Enrica, ma se uno non ha la planetaria, può usare lo sbattitore classico?
    Grazie Silvia

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Silvia se non hai la planetaria o qualsiasi tipo di robot e mixer come ho scritto nelle note puoi lavorare l’impasto all’inizio con cucchiaio di legno poi lavori o con le mani oppure con fruste con gancio uncino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.