Struffoli Napoletani


Oggi vi regalo una ricetta speciale: gli Struffoli napoletani, una ricetta di famiglia infallibile e buona.
 Ci sono ricette speciali che gelosamente vengono custodite su fogli ormai ingialliti. Celano storie, volti, famiglie e sentimenti; regali preziosi che si tramandano di generazioni in generazione, attraverso l’amore, i ricordi e i profumi. Quella che vi regalo oggi è proprio una ricetta di famiglia, una ricetta ormai centenaria che mia suocera ha donato a me. Mi piace pensare che come la piccola Maria, nonna paterna di mio marito, ha imparato a farli dalla mamma, poi ha trasmetto i suoi segreti a mia suocera che a sua volta li ha regalati a me, una storia infinita di donne che attraverso il cibo trasmettono amore.
A Napoli non è Natale senza gli struffoli. Tante palline dorate fritte e avvolte nel miele, con piccole perline variopinte, portano subito il sorriso in tavola. Provate questa ricetta e vedrete che bontà, degli struffoli morbidi e buonissimi, un dono prezioso che viene da lontano e che ora io condivido con tutti voi per Natale.
E allora questo Natale vi va di portare un po’ di colore e sapore partenopeo sulle vostre tavole?


ricetta_degli_struffoli_napoletani

ad
 
Print Recipe
Struffoli
La ricetta tipica della tradizione napoletana per fare degli struffoli buonissimi, morbidi e golosi.
Voti: 6
Valutazione: 4,33
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 30 minuti
Porzioni
8 persone
Ingredienti
  • 500 g di farina 00
  • 3 uova intere medie
  • 3 tuorli medi
  • 100 g di zucchero semolato
  • 70 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • la punta di cucchiaino di lievito per dolci oppure bicarbonato o ammoniaca
  • 1 cucchiaio di liquore anice (opzionale)
  • 1/2 bacca di vaniglia semini
  • 1 arancia buccia grattugiata
  • olio di semi di arachidi per friggere
Per decorare
  • 500 g di miele grezzo millefiore
  • cedro e zucca (in napoletano cucuzzata) canditi a pezzi
  • 4 cucchiai di zucchero
  • confettini morbidi colorati (in napoletano diavulilli)
  • confetti cannellini ( con aroma di cannella)
Tempo di preparazione 30 minuti
Porzioni
8 persone
Ingredienti
  • 500 g di farina 00
  • 3 uova intere medie
  • 3 tuorli medi
  • 100 g di zucchero semolato
  • 70 g di burro
  • 1 pizzico di sale
  • la punta di cucchiaino di lievito per dolci oppure bicarbonato o ammoniaca
  • 1 cucchiaio di liquore anice (opzionale)
  • 1/2 bacca di vaniglia semini
  • 1 arancia buccia grattugiata
  • olio di semi di arachidi per friggere
Per decorare
  • 500 g di miele grezzo millefiore
  • cedro e zucca (in napoletano cucuzzata) canditi a pezzi
  • 4 cucchiai di zucchero
  • confettini morbidi colorati (in napoletano diavulilli)
  • confetti cannellini ( con aroma di cannella)
Voti: 6
Valutazione: 4,33
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. Nel mixer o in una grande ciotola riunite tutti gli ingredienti e impastate fino a formare un composto omogeneo ed elastico, dategli la forma di una palla e lasciatelo riposare circa 1 ora coperto da un canovaccio, questo passaggio è fondamentale ed aiuta ad avere meno schiuma durante la cottura. Dopo il riposo lavorate brevemente l’impasto e su di un tagliere ben infarinato, prelevate un po’ d’impasto e con i palmi delle mani rullare e formate tanti grissini, dello spessore di circa 1,5 cm, devono essere lunghi e sottili, tagliateli in piccoli pezzetti di circa 1 cm (devono essere piccoli perché in cottura tendono a crescere un po'). Procedete in questo modo fino ad esaurimento impasto.
  2. In una pentola alta in acciaio triplo fondo o in ghisa mettete abbondante olio e riscaldate a fuoco dolce. Quando l’olio è ben caldo, scuotere bene gli struffoli dalla farina in eccesso, friggerli pochi alla volta, circa il quantitativo di un piattino da frutta. La cottura deve essere veloce e gli struffoli devono essere dorati e chiari, toglierli dall’olio con un mestolo forato e metterli su di un piatto ricoperto da carta assorbente da cucina. Durante la frittura fate molta attenzione alle bolle di schiuma che si formano nell’olio a causa delle uova e della farina. Per evitare questo inconveniente oltre ad usare una pentola dai bordi alti, cuocete pochi struffoli alla volta, soffiate sulle bolle che si formano e girate continuamente con una schiumarola gli struffoli in modo da rompere le bolle; inoltre appena vedete che le bolle aumentano significa che dovete cambiare l’olio perché i residui d’impasto che si depositano sul fondo della pentola creano questo inconveniente.
  3. In una pentola capiente per contenere gli struffoli, riscaldate a fiamma bassa il miele con lo zucchero, girando spesso con un cucchiaio di legno. Quando è tutto ben sciolto togliere dal fuoco e versare gli struffoli, girate bene in modo che siano ben impregnati di miele e aggiungete metà della frutta candita tagliata a pezzetti e dei confettini. Versare gli struffoli su di un bel piatto da portata e decorate con i confettini e la frutta candita tenuti da parte.
Note
  • Gli struffoli si conservano fino a 4 giorni in contenitore ermetico.
  • Usate un miele poco raffinato e grezzo in modo che rimane più attaccato alla pallina altrimenti cola subito sul fondo del vassoio.
  • Non omettete il pizzico di lievito per dolci perché oltre a farli gonfiare rende il cuore morbido; in passato al posto del lievito per dolci si usava ammoniaca o bicarbonato.
ricetta_struffoli
Una ricetta infallibile per portare il sapore partenopeo in casa.
Dolce vita
Enrica

62 Comments

Rispondi a Maddalena Laschi Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.