Crostata con bordo a treccia (Pie Crust)

crostata-con-bordo-a-treccia-pie-crust-perfetto

Quante volte avete visto crostate bellissime, con bordi a treccia perfetti ma poi una volta cotte la magia svaniva? La parola magica per ottenere crostate con bordi perfetti è Pie crust, lo stesso che abbiamo utilizzato per fare la ricetta tradizionale americana  Apple pie e le buonissime mini pie mela ed uvetta inglesi.

crostata-senza-uova-pie-crust-bordo-a-treccia-stelle

I trucchetti per realizzare una crosta con bordo a treccia bella anche da cotta sono:

  1. La base che dovete utilizzare non è la classica pasta frolla ma il Pie Crust, una sorta di pasta brisèe leggermente dolce e molto elastica. Senza uova e con solo 20 g di zucchero quindi perfetta anche per gli intolleranti (se non si spennella con uovo ma solo con latte o panna). La caratteristica principale del pie crust è proprio l’estrema elasticità, tra gli ingredienti infatti c’è l’aceto che fa aumentare l’estensione del glutine e quindi rende l’impasto facile da stendere e modellabile, per così ottenere una crostata che non si spacca e non si sbriciola. Non vi preoccupate per la presenza dell’aceto nell’impasto, il suo profumo in cottura evapora e non disturberà il gusto. Per avere un pie crust friabile e non duro è importante che tutti gli ingredienti siano bene freddi e lavorare velocemente l’impasto, potete usare anche un mixer con le lame.
  2. Volendo potete anche usare la mia pasta frolla facile e veloce per realizzare la base della crostata ed il pie crust solo per il bordo a treccia o decorazioni varie. Fate la dose intera di pie crust e quella che avanza la potete congelare fino a 3 mesi.
  3. Un altro passaggio fondamentale per realizzare una crostata che mantiene bene la forma in cottura è usare la pasta frolla ed il pie crust sempre freddi. Dopo aver fatto riposare la pasta in frigo per almeno 1 ora, tenetela a temperatura ambiente per 10 minuti, questo passaggio è importante perché in questo modo non si spacca. Dopo aver formato le strisce per formare le trecce, se notate che sono troppo morbide mettetele qualche minuto in frigorifero così sarà più facile maneggiarle senza romperle, inoltre per tagliarle tutte della stessa dimensione potete usare il classico righello. Dopo avere farcito la crostata e decorato il bordo è fondamentale metterla in frigo o in freezer per almeno 30 minuti, il contrasto freddo caldo oltre a rendere il pie crust e la pasta frolla  più buoni, farà si che la crostata in cottura non si ritiri mantenendo bene la forma.

Ed ora che vi ho svelato tutti i trucchetti non vi resta che provare subito la mia crostata con bordo a treccia, l’ho farcita con semplice marmellata e sotto ho sbriciolato dei biscotti digestive…provatela è buonissima!!!
In foto ne vedete 2 : quella con la treccia più piatta e meno precisa è realizzata con la pasta frolla facile e veloce, mentre quella in primo piano con la treccia più consistente è realizzata con il pie crust.

crostata-pie-crust-con-bordo-perfetto-treccia
 
Print Recipe
Crostata con bordo a treccia (Pie Crust)
Tuttu i trucchetti per realizzare la crostata con bordo a treccia che mantiene la forma anche da cotta.
crostata-senza-uova-pie-crust-bordo-a-treccia-stelle
Voti: 3
Valutazione: 3,67
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
Gli Ingredienti
  • 160 g di burro freddissimo
  • 250 g di farina 00 setacciata
  • 4 g di sale
  • 20 g di zucchero semolato
  • 90 ml di acqua ghiacciata
  • 10 ml di aceto di mele o aceto bianco freddo
  • 1 tuorlo per spennellare
  • 1-2 cucchiai di latte o panna per spennellare
  • zucchero semolato per spolverizzare
  • confettura
  • 2-3 biscotti digestive
Tempo di preparazione 20 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
Gli Ingredienti
  • 160 g di burro freddissimo
  • 250 g di farina 00 setacciata
  • 4 g di sale
  • 20 g di zucchero semolato
  • 90 ml di acqua ghiacciata
  • 10 ml di aceto di mele o aceto bianco freddo
  • 1 tuorlo per spennellare
  • 1-2 cucchiai di latte o panna per spennellare
  • zucchero semolato per spolverizzare
  • confettura
  • 2-3 biscotti digestive
crostata-senza-uova-pie-crust-bordo-a-treccia-stelle
Voti: 3
Valutazione: 3,67
You:
Rate this recipe!
Preparazione
  1. In una ciotola inserite la farina, il sale e lo zucchero, aggiungete il burro freddissimo tagliato a pezzetti ed impastate velocemente con le punte delle dita o nel mixer con le lame fino ad ottenere un composto sbriciolato. Unite l'acqua all'aceto e aggiungetela fino ad avere un impasto elastico. Spostatevi su una spianatoia e impastate rapidamente senza scaldare l'impasto fino a formare un panetto. Dividetelo metà, appiattite a forma di disco, avvolgete nella pellicola alimentare e fate riposare in frigo per 1 ora o tutta la notte.
  2. Prendete l'impasto dal frigo, lasciatelo a temperatura ambiente per 10 minuti così non si spaccherà e sarà più facile lavorarlo. Infarinate leggermente il piano di lavoro ed il mattarello e stendetelo molto sottile, circa 4-5 mm di spessore. Fate 2 strisce con la carta forno e posizionatele all'interno dello stampo così sarà più facile estrarre la crostata una volta cotta. Rivestite lo stampo (20 cm) con il pie crust, eliminate il bordo in eccesso e mettete la crostata in frigo.
  3. Prendete l'altro panetto e stendete un rettangolo molto sottile 4-5 mm di spessore. Utilizzando un righello e una rotella taglia pasta tagliate 9 strisce larghe 1 cm. Formate tre trecce a tre capi, è più facile posizionare 2 o 3 trecce singole che una treccia unica lunga. Con gli avanzi di pasta fate le stelle.
  4. Sbriciolate i biscotti e metteteli sul fondo della crostata, coprite con la marmellata. Piegate i bordi del pie crust verso l'interno così da creare un bordo per le trecce.
  5. Spennellate il bordo della crostata con 1 rosso d'uovo sbattuto con 1 cucchiaio di latte e posizionate le trecce sul bordo della crostata (se sono troppo lunghe tagliatele con le forbici della giusta lunghezza). Premete leggermente per farle aderire bene, attaccate allo stesso modo le stelle sui punti di giunzione delle trecce. Mettete la crostata in frigorifero per almeno 30 minuti perché deve entrare in forno bella fredda, se avete spazio potete metterla anche in freezer. Prima d'infornare spennellate la treccia con il composto di uovo e latte, spolverizzate con lo zucchero semolato ed infornate in forno caldo a 180° per 40 minuti nella parte centrale del forno, poi trasferitela nella parte bassa del forno e completate la cottura fino a quando è ben cotta, circa 10 minuti. Se il bordo della crostata tende a colorirsi troppo coprite con un foglio di alluminio. Toglietela dallo stampo quando è bella fredda.
Note
  1. Potete preparare il pie crust anche in anticipo e conservarlo in frigorifero per 4 giorni o congelarlo fino a 3 mesi.
  2. Siccome il pie crust è poco dolce usate una confettura saporita, in alternativa potete usare la pasta frolla per la base e il pie crust solo per la treccia.
  3. Usate una confettura dalla consistenza corposa e non troppo liquida altrimenti le stelle possono affondare. Se temete che la vostra marmellata sia poco consistente cuocete le stelle a parte e aggiungetele sulla crostata a fine cottura.
  4. Un ripieno che trovo ottimo abbinato al pie crust è quello delle mini pie di mela ed uvetta. Con questo ripieno la crostata diventa perfetta per Natale, decoratela con il bordo a treccia e riempite tutto il centro con le stelle così il ripieno rimarrà più morbido.
  5. Per stendere la pasta frolla e il pie crust dello stesso spessore utilizzo delle semplici bacchette in legno sui cui faccio scorrere il mattarello. Al brico ho comprato una bacchetta dello spessore di 5mm e poi l'ho fatta dividere in 2 parti, con pochi euro ho realizzato delle bacchette come quelle da pasticceria che però costano più del triplo?
crostata-con-bordo-a-treccia-che-mantiene-la-forma-pie-crust-senza-uova

instagram-logo-vector-download

Se provi questa ricetta, scatta una foto, usa l’hashtag#chiarapassion e farai parte della mia gallery!

Per Natale solo crostate con bordi stellari?
Dolce vita
Enrica

40 Comments

Rispondi a Enrica Panariello Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *