Gnocchi alla romana

ricetta_gnocchi_alla_romana_forma stelle
Gli gnocchi alla romana sono un un piatto tipico della tradizione culinaria laziale, dei delicati gnocchi di semolino dal cuore morbido e con una crosticina croccante.
Sono un primo piatto economico composto da pochi ingredienti: semola, latte, tuorli, formaggio e burro; potete prepararli in anticipo e anche congelarli in modo d’averli sempre a vostra disposizione, basterà riscaldarli in forno e saranno come appena fatti.
Gli gnocchi alla romana sono un vero “comfort food” un cibo che fa tornare bambini attraverso i ricordi legati a sapori e profumi.

condimento_per_gnocchi_alla_romana_con_burro_e_salvia
La forma classica degli gnocchi alla romana è tonda ma dopo aver visto i bellissimi gnocchi di polenta su Ifood realizzati da Francesca ho deciso di creare tanti morbidi cuori e stelline…non sono più carini?
Provateli subito e se avete dei bimbi in casa muniteli di stampini simpatici e fategli ritagliare tanti gnocchi di semolino, si divertiranno e li terrete un bel po’ impegnati.
Se volete provare degli gnocchi altrettanto buoni e semplici provate gli gnocchi all’acqua, sono certa che rimarrete ugualmente soddisfatti.

ricetta_gnocchi_di_semolino

5.0 from 9 reviews
Gnocchi alla romana
 
Tempo di preparazione
Tempo di cottura
Tempo totale
 
Un primo piatto della tradizione culinaria romana che piace a grandi e piccini.
Autore:
Tipo ricetta: Primo piatto
Ingredienti
  • Dose per 6 persone
  • 250 g di semolino
  • 1 litro di latte
  • 40 g di burro
  • 2 tuorli
  • 50 g di parmigiano reggiano grattugiato
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • noce moscata (opzionale)
  • Per condire
  • 80 g di burro
  • parmigiano reggiano grattugiato
  • salvia
Preparazione
  1. Versate in una pentola il latte, 20 g di burro, fate bollire ed unite il cucchiaino di sale. Aggiungete il semolino a pioggia e mescolate con un cucchiaio di legno per evitare la formazione di grumi. Proseguite la cottura per circa 3 minuti, continuando a mescolare fino ad avere una polentina compatta che si stacca dalla pentola.
  2. Fuori dal fuoco lasciate leggermente intiepidire, aggiungete i restanti 20 g di burro, il parmigiano, i tuorli e una gratta di noce moscata. Mescolate bene con un cucchiaio di legno per incorporare il tutto. Volendo una volta fuori dal fuoco potete inserire la vostra polentina di semola in un robot da cucina ed azionarlo per così mescolare bene, aggiungete poi le uova e continuate a mescolare.
  3. Versate il composto su di un piano in marmo inumidito o in un vassoio da bordi bassi precedentemente rivestito con carta forno. Oliate leggermente la carta forno e versate il composto. Potete stenderlo con le mani inumidite o con una spatola, dovete ottenere un rettangolo di circa 1 cm di spessore.
  4. Lasciate raffreddare leggermente il composto per almeno 15 minuti e poi con un tagliapasta della forma che preferite ricavate i vostri gnocchi. (i miei sono piccoli diametro 3cm).
  5. Disponete i vostri gnocchi in una teglia imburrata sovrapponendoli leggermente.
  6. In un padellino sciogliete il burro sul fuoco e aggiungete le foglia di salvia.
  7. Spolverate gli gnocchi con parmigiano, irrorate con il condimento di burro, fate cuocere in forno preriscaldato a 200° per circa 20-25 minuti fino a quando non si forma una bella crosticina dorata.
come_fare_gli_gnocchi_di_semolino_foto_passo_passoNote:

  • Reimpastate i ritagli di semolino per formare altri gnocchi.
  • Per condirli oltre al parmigiano reggiano potete usare il formaggio che più vi piace: groviera, pecorino romano,ecc…
  • Gli gnocchi di semolino si conservano in frigo fino a 2 giorni chiusi in contenitore ermetico.
  • Potete anche congelarli, una volta scongelati li passate in forno e sono come appena fatti.
  • Potete usare anche una semplice tazzina per formare gli gnocchi, il diametro classico è di circa 4-5 cm.
  • Se volete evitare il burro per condirli potete usare un buon sugo di pomodoro da mettere prima della cottura in forno.

gnocchi_di_semolino_a_forma_di_cuore

gnocchi_alla_romana_gnocchi_di_semolino

Sulla mia tavola Padella in smalto porcellanato Riess by Gallinasmilza

 

Molti sostengono che la loro origine non sia laziale ma piemontese, in ogni modo sono un piatto italiano buonissimo.

Dolce vita
Enrica

28 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Rate this recipe: