Corona salata di pan brioche

corona_salata_di_pan_brioche_con_ricotta_prosciutto_broccoli

La Corona salata di Pan brioche è un rustico ottimo, conquista per la sua bellezza che non passa inosservata ma soprattutto per la sua bontà.
E’ la ricetta perfetta da preparare per feste e compleanni, il rustico che non può mancare nei vostri buffet, buono sia tiepido che freddo.
La base è quella del Pan brioche ma stavolta senza burro e con l’olio di oliva che regala ulteriore sapore alla preparazione.
Questa corona salata di Pan Brioche è di una morbidezza straordinaria, soffice soffice come una nuvoletta e si mantiene così anche il giorno dopo, basta tenerlo ben chiuso in un contenitore ermetico.
Facilissimo da realizzare, seguite le mie foto passo passo e sono certa che anche mani meno esperte porteranno in tavola una bellissima corona salata.
Se volete fare una versione Super Sprint potete utilizzare una sfoglia rettangolare di pasta sfoglia, seguite poi lo stesso procedimento senza però fare le trecce ma semplicemente mettete le striscioline sul rotolo .
Questo rustico l’ho assaporato per la prima volta a casa di mia zia Mariateresa, e stavolta sono stata io a chiedere la ricetta, scoprendo che è quella classica della treccia di pan brioche del bimby; quindi grazie zia per avermi “regalato” questa ricetta super top!

corona_salata_di_pan_brioche
Per rendere questo Pan brioche perfetto ho diminuito drasticamente la dose del lievito:

  • invece di usarne 25 g ho utilizzato solo 2 g di lievito di birra preferendo così una lunga lievitazione.
  • La lunga lievitazione regala all’impasto ulteriore morbidezza ma soprattutto non vi farà sentire gonfi perché la lievitazione avverrà lentamente in frigorifero e non nel vostro stomaco.
  • Quando devo fare un lievitato procedo nel seguente modo: la sera dopo cena impasto, lascio il preparato a temperatura ambiente per circa 1 ora, poi lo metto in frigo per tutta la notte. Il giorno successivo dopo circa 11 ore tiro l’impasto fuori dal frigo, lo faccio tornare a temperatura ambiente e poi procedo come da ricetta. Provate anche voi a fare una lievitazione lunga con poco lievito e vedrete che è comodo e soprattutto noterete la differenza, certo se avete una voglia improvvisa di rustico nessuno vi vieta di usare il cubetto intero.
    L’idea della forma a corona con le treccine l’ho presa dal blog “lifferia“, è veramente facile da fare. Se volete una versione sciuè sciuè dopo aver steso il ripieno sull’impasto, arrotolate bene, unite i bordi e fate cuocere in forno… verrà ugualmente bello.

A secondo della stagione e di quello che avete in frigo potete variare il ripieno: 

  •  friarielli (broccoli napoletani), scamorza, prosciutto e ricotta
  • broccoli e salsiccia
  • bietole, ricotta e prosciutto cotto
  • ricotta e spinaci
  • salame, pancetta o speck e asiago
  • peperoni e provolone
  • zucchine e ricotta
  • zucca arrostita e formaggio
  • melanzane fritte e provola
  • ricotta, zucchero e gocce di cioccolato (dolce)
  • crema spalmabile alla nocciola e noccioline (dolce)
  • marmellata (dolce)
Print Recipe
Corona salata di pan brioche
Una corona di pan brioche morbidissima e buona perfetta per i buffet.
corona_salata_di_pan_brioche_con_ricotta_prosciutto_broccoli
Voti: 2
Valutazione: 5
You:
Rate this recipe!
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
8 persone
Gli Ingredienti
  • 250 g farina 00
  • 250 g farina manitoba
  • 2 g lievito di birra (potete aumentare la dose a secondo del tempo a disposizione)
  • 1 uovo
  • 250 ml latte intero
  • 50 g olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino raso zucchero
  • 10 g sale fino
  • Per il Ripieno
  • 300 g ricotta freschissima
  • 2 cucchiai parmigiano reggiano
  • 150 g scamorza o formaggio Asiago
  • 3-4 fasci friarielli (broccoli napoletani)
  • olio extra vergine di oliva
  • peperoncino
  • 2 spicchi aglio
  • sale
  • 100 g prosciutto cotto
  • 1 uovo + 1 cucchiaio di acqua per spennellare
  • semi di sesamo
Tempo di preparazione 1 ora
Tempo di cottura 30 minuti
Porzioni
8 persone
Gli Ingredienti
  • 250 g farina 00
  • 250 g farina manitoba
  • 2 g lievito di birra (potete aumentare la dose a secondo del tempo a disposizione)
  • 1 uovo
  • 250 ml latte intero
  • 50 g olio extra vergine di oliva
  • 1 cucchiaino raso zucchero
  • 10 g sale fino
  • Per il Ripieno
  • 300 g ricotta freschissima
  • 2 cucchiai parmigiano reggiano
  • 150 g scamorza o formaggio Asiago
  • 3-4 fasci friarielli (broccoli napoletani)
  • olio extra vergine di oliva
  • peperoncino
  • 2 spicchi aglio
  • sale
  • 100 g prosciutto cotto
  • 1 uovo + 1 cucchiaio di acqua per spennellare
  • semi di sesamo
corona_salata_di_pan_brioche_con_ricotta_prosciutto_broccoli
Voti: 2
Valutazione: 5
You:
Rate this recipe!
Le Istruzioni
  1. Nella ciotola della planetaria versate le farine, lo zucchero, il lievito sbriciolato e mescolate con la frusta K (foglia). Iniziate ad impastare aggiungendo il latte, l'olio e l'uovo leggermente sbattuto. Incorporate il sale e mescolate bene. Cambiate la frusta e mettete il gancio ad uncino ora impastate a lungo per circa 10 minuti a velocità media fino a quando l'impasto non diventa elastico e non sporca più le pareti della ciotola. Potete impastare anche a mano, l'importante è avere un impasto bello elastico, lucido, perfettamente incordato che non deve attaccarsi alle mani. Mettete l'impasto in una ciotola unta di olio, coprite benissimo con pellicola alimentare, fate riposare a temperatura ambiente per 30 minuti massimo 1 ora. Dopo il riposo mettete l'impasto in frigorifero per tutta la notte, almeno per 11 ore fino ad un massimo di 20 ore. Il giorno dopo togliete l'impasto dal frigorifero e fatelo tornare a temperatura ambiente, ci vorranno circa 2 ore.
  2. Preparate il ripieno. In una padella fate soffriggere 2 spicchi d'aglio con l'olio di oliva e peperoncino, aggiungete i broccoli puliti, salate e fate cuocere per circa 10 minuti, devono rimanere belli croccanti e verdi. Tagliate il formaggio a pezzetti, in una ciotola mescolate la ricotta con il parmigiano.
  3. Preparazione della corona. Sgonfiate l'impasto rimpastandolo velocemente, fate riposare per 5 minuti e stendetelo su di una spianatoia leggermente infarinata. Con l'aiuto di un matterello formate un grande rettangolo dallo spessore di 6 mm. (foto 1) Ricoprite due terzi del rettangolo con il ripieno scelto: ricotta, prosciutto, broccoli, formaggio (foto 2). Tagliate tante striscioline sull'impasto lasciato libero (foto3). Io ho tagliato 24 strisce per formare 8 trecce a 3 capi. Arrotolate la pasta partendo dal lato del ripieno (foto 4). Formate le trecce con le strisce d'impasto (foto 5-6). Adagiare le trecce sul rotolo (foto 7). Unire le due estremità del rotolo e chiudere bene in modo da sigillare il punto di giunzione del rotolo per non far fuoriuscire il ripieno durante la cottura (foto 8).
  4. Trasferite la corona su di una teglia ricoperta da carta forno, spennellate con un tuorlo sbattuto con 1 cucchiaio di acqua, decorate con i semi di sesamo. Fate lievitare coperto per circa 1 ora, portate il forno a temperatura. Inserite nel forno un pentolino, poco prima di inserire il rustico nel forno mettete un bicchiere d'acqua calda nel pentolino. Fate cuocere la corona in forno caldo a 190° per circa 30 minuti, fino a quando è bella dorata. Servite tiepida.
Recipe Notes
  1. Durante la cottura mettete un pentolino con un bicchiere di acqua nel forno, il vapore aiuterà ad avere la giusta umidità nel forno di casa.
  2. Conservate il vostro rustico in un contenitore ermetico, riscaldatelo in forno caldo per pochi minuti prima di servirlo.
  3. Se non volete fare la lievitazione lunga in frigo, usate 10 g di lievito e procedete così: impastate e fate lievitare l’impasto fino al raddoppio (circa 3 ore). Poi formate la corona e fate lievitare 1 ora prima d’infornare.
ricetta_corona_salata_di_pan_brioche

instagram-logo-vector-downloadSe provi questa ricetta, scatta una foto, usa l’hashtag#chiarapassion e farai parte della mia gallery!

Perché noi le trecce le facciamo su brioche morbidissime e saporite?

Dolce vita
Enrica

58 Comments

  • marcella ha detto:

    ma bella lei!
    quasi quasi metto il turbo alla ricetta e la preparo per stasera.

    mi dici solo quanto lievito disidratato devo mettere, invece dei 10 g del fresco?

    grazie! sei sempre di ispirazione :)

  • Pina ha detto:

    Belllllllllllllllissssssima. ..la farò sicuramente. ….

  • Viviana ha detto:

    Bellissimo non vedo l’ora di rifarlo!
    volevo chiederti se i 250 di latte intero sono grammi o millilitri….
    Grazie!!

  • giuliana ha detto:

    No, ma la bellezza???? Sei incredibile, troppo brava e troppo fashion!

  • Monica ha detto:

    Tesoro è proprio bellissima e l’idea di fare ripieno un pan brioche è sempre deliziosa! Bravissima ❤️

  • damiana ha detto:

    Ciao boccolona mia!Questo rustico appena lo vedi colpisce e non vedi l’ora di fare due trecce!Il mio è un po’ diverso per impasto e farcitura.ma è vanitoso uguale con le sue trecce al vento.Mentre aspetto di ripetere la tuaversione,mi gusto accomodata il tuo “baci baci” e una fetta golosa!Un abbraccio tesoro

  • Erika ha detto:

    Ciao Enrica…ma al posto della farina di manitoba cosa posso usare? E al posto di quella 00?Abitando all’estero non le trovo…al supermercato c’è “farine de ble”x cucina e pasticceria…farina T65 se nn ricordo male ??… abbiamo fatto l’impasto della pizza ma è rimasto duro…boooo… dici che quella da cucina e pasticceria va bene o meglio quella x lievitati? Grazie…
    P.s. già nn ci capivo niente dei vari tipi di farina in Italia…figurati qui

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Erika devi trovare una farina con un’alta % di proteine, più è alta la percentuale di proteine, più la farina è forte e quindi adatta ai lievitati che hanno bisogno di glutine per lo sviluppo del lievitato stesso. In genere si taglia con la 00.
      Puoi guardare vicino al pacco la forza della farina ( W ) più è alto più contiene glutine.
      La farina da pasticceria non va bene perché è povera di proteine e quindi a contatto con i liquidi non sviluppa il glutine.

  • Andreea ha detto:

    Bellissima e tanto gustosa, hai fatto un vero capolavoro !

  • Marta ha detto:

    Non ho parole, è davvero bellissima. Adoro il modo in cui hai realizzato quelle treccine. ?

  • Bellissima e buonissima la tua corona mia cara. .. complimenti cara Enrica! Un bacione

  • Inco ha detto:

    Che bella !!! Questa è arte gustosa.
    baci

  • marcella ha detto:

    è in forno adesso :)

    ti saprò dire! per ora è andato tutto liscio, come dicevi tu… speriamo! I lievitati per me sono sempre un mistero.

  • Federica ha detto:

    Enrica per me la Corona con speck e asiago, grazie! ;)
    Ma, anche quella con la crema di nocciole dovrebbe essere fantastica!
    Baci..
    Fede.

  • zia Consu ha detto:

    Mi lasci sempre senza parole…bravissima!

  • Simo ha detto:

    …ma che spettacolo Enrica…è un capolavoro, sei stata precisissima, complimenti alla bravura e…alla bontà, of course ;)

  • Mary ha detto:

    Ciao complimenti per il blog e per le tue ricette sono bellissime e credo anche buonissime??
    Vorrei provare a fare questa ricetta ma siccome non ho la planetaria mi puoi dare qualche consiglio? ?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Mary impasta a mano: è rilassante, fa bene alle braccia :) e poi le nostre nonne hanno sempre fatto così! A parte gli scherzi questo impasto puoi farlo tranquillamente a mano, ti verrà ugualmente bene, lavoralo bene e poi verso la fine “sbattilo” bene con forza sulla spianatoia questo lo aiuterà a sviluppare il glutine.

  • E’ super goduriosa e di grande effetto!! Una gran signora salata ;-) complimenti

  • annaferna ha detto:

    e niente :) sei BRAVISSIMA anche con i lievitati, una precisione e fantasia non da tutti, sta certa che ti copio il disegno fashion :)
    ottimo che tu abbia scelto di far maturare l’impasto e usare pochissimo lievito di birra che è un ottimo alleato se usato con parsimonia e dovuti accorgimenti.
    Bacio grande

  • Francesca P. ha detto:

    Mi ero persa questa opera d’arte ripiena e ora non riesco a smettere di guardarla! Come per il tuo girasole di sfoglia, anche qui mi inchino… se non avessi mostrato i passo-passo avrei creduto di non poterci riuscire e avrei pensato fosse troppo complicato e invece… grazie per semplificarci la vita e incoraggiarci a tentare, Enrica, sapessi quanto è importante! Così ognuna di noi si sente “capace” di portare in tavola un piatto così bello… è uno dei tuoi talenti, sai? :-)

  • Liliana ha detto:

    Posso usare la pasta sfoglia.
    Cambia qualcosa se uso il mio forno non ventilato

  • Sara ha detto:

    Complimenti per la ricetta Enrica! Ho fatto questa fantastica corona ieri sera ed è stata un successone! Bella da vedere e molto gustosa da mangiare! Ho optato un ripieno adattato agli ingredienti che il mio frigorifero offriva: porri, cotto e caciotta vaccina ma penso che proverò presto anche le tue versioni!
    Un saluto,
    Sara

  • iva ha detto:

    Ciao. Meraviglia!!!! Posso prepararla e congelarla per avere un antipasto pronto per Natale?

  • Melissa ha detto:

    Deve essere buonissima!!! Ti volevo chiedere se posso usare solo la farina Manitoba per l’intero impasto o per forza entrambe? Perché non ho molta farina 00 grazie mille in anticipo e ancora complimenti

  • Lucia ha detto:

    forno statico o ventilato? Grazie

  • nicole ha detto:

    Ciao enrica, volevo chiederti un consiglio…
    Nelle mie zone non trovo la farina di manitoba, come posso fare?
    Uso solo 00 oppure 00 e 0 con magari più lievito?

  • nicole ha detto:

    Grazie mille enrica…proverò il prima possibile allora…
    grazie di nuovo, ti dirò :)
    È la prima volta che commento, ma ho provato già tantissime delle tue ricette super belle e super buone.
    grazie mille!
    Buona giornata.

  • elisa ha detto:

    Ciao enrica,
    se la voglio far dolce, con ripieno alla nutella, devo cambiare qualcosa nell’impasto oppure è tutro uguale
    ( leggendo i commenti precedenti già so che nel mio caso userò farina 0 e 00 non avendo la manitoba; ma per il resto tutto uguale? )

    Grazie in anticipo…tu e la tua passione siete spettacolari.
    Elisa.

  • Emmy ha detto:

    Salve.Oggi ho cucinato questo rustico fantastico.Sta ancora lievitando e tra poco acendero il forno . l’impasto e venuto bene …morbido a punto giusto e per niente apicicoso. Però ho avuto dificolta a chiudere le due estremità. Si e deformato un po e quasi si stava bucando limpasto :o .Speriamo che la seconda lievitazione nasconde un po di difettucci.Il rotolo lo farcito dalla parte più lunga verticalmente e non orizzontalmente. Il rotolo e venuto abbastanza grosso e di conseguenza …corto . Secondo me andava farcito orizzontalmente cosi sarebbe venuto più lungo …piu stile e di conseguenza più facile da chiudere..Mi sbaglio? Datemi qualche drita per evitare questi difettucci per le prossime volte. Grazie. Poi le farò sapere il risultato finale :)

    • Enrica Panariello ha detto:

      Emmy sono certa che alla fine il rotolo sia stato gradito, per aver una bella forma cerca di non riempirlo troppo altrimenti trovi difficoltà nel chiuderlo bene e segui le mie foto passo passo per capire come fare bene la forma.

  • Emmy ha detto:

    Eccomi di nuovo qui come promesso. E venuto una meraviglia. Che sia benedetto/a chi ha inventato questo impasto .Lo amo .Mamma mia com’era soffice …
    I difetucci sono spariti come per magia durante la lievitazione. ..Non ho trovato i semi di papavero nel supermercato più vicino ….e ho deciso di spolverarelo tra una treccia al altra con pane grattugiato per garantire l’effetto opaco in modo di risaltare di più le trecce….e così fu.Avrei voluto farti vedere la foto. Un successone ovviamente ….Ah ….una cosa non ho capito. ..un paio di fette sono uscite vuote e senza ripieno. …..chi sa perché hahaha e un mistero hahaha.Grazie di nuovo e scusa che scrivo a lungo :)

  • Emmy ha detto:

    Grazie mille.

  • ela ha detto:

    Ciao, volevo chiederti una cosa.. sulla lista ingredienti non risulta l’uovo che poi trovo scritto nel procedimento. Ho riletto più volte…ed ho cercato di capire se ci va..o forse mi sono persa qualcosa. Grazie…

  • libera ha detto:

    Ciao erica!! Che bella ricetta!!! Ma ti volevo chiedere, secondo te, questa ricetta potrei adattarla anche per fare il danubio?

  • Diletta ha detto:

    Ciao Enrica…
    volevo di nuovo ringraziarti per tutte le tue ricette.. questa corona ormai la faccio spessissimo ed è squisita.. la farcisco con salsiccia e friarielli o provola melanzane e peperoni.. una goduria!
    ne approfitto per ringraziarti anche per la torta slava, dove i commenti sono chiusi… ormai è diventata il mio cavallo di battaglia, la faccio sempre, per la famiglia, per le cene con gli amici, è veloce e squisita!
    sei diventata il mio riferimento :)

  • patrizia ha detto:

    Ciao Enrica, fonte di mille idee… e quante ne ho fatte di tue ricette!
    Ora nn vedo l’ora che sia Natale per fare anche questa… bellissima davvero…vorrei averla pronta già per la Vigilia, così a Natale ho una cosa in meno da fare… quindi partirò già il 23 sera per fare la lunga lievitazione giusto? il giorno di Natale la scaldo o servita a temperatura ambiente va bene lo stesso?
    Grazie grazie di cuore come sempre
    Pat

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *