Pizza in teglia ad alta digeribilità

Pizza in teglia a lunga lievitazione, oggi vi svelo tutti i segreti per fare in casa, nel forno tradizionale, una pizza buonissima.
La pizza in teglia è semplice da fare, non vi servirà nessuna planetaria ma solo le vostre mani, è ottima e grazie al riposo in frigo risulta leggera e super digeribile.
Da buona napoletana in fatto di pizza sono molto esigente, quindi fidatevi di me e provatela, sono certa che dopo il pane senza impasto questo lievitato entrerà a far parte delle vostre ricette preferite.
La ricetta l’ho scoperta grazie all’affidabilissimo blog “Anice e Cannella“.
 Con le dritte di Paoletta e con piccole modifiche “suggerite” dal famoso panettiere Bonci è nata una pizza favolosa!
Non scoraggiatevi dalle lunghe ore di lievitazione, perché l’impasto si fa esattamente in 2 minuti e dopo aver fatto delle semplici pieghe, che ho fotografato passo passo,  mettete tutto in frigo a riposare per 20-24 ore…voi intanto dedicatevi a quello che più vi piace.
Pronte a portare in tavola l’amore? Fate questa pizza per innamorarvi.
 

Pizza in teglia

Per 2 teglie diametro 33 cm o 2 teglie rettangolari 25 x 30
Impasto per pizza 
400 g di farina forte tipo 1
5 g di lievito di birra fresco (oppure 2 g di quello secco)
1 cucchiaino raso di sale (6 g)
1 cucchiaino raso di miele, zucchero o malto
300 ml di acqua
2 cucchiai di olio
semola rimacinata di grano duro per infarinare
Per farcire
pomodori pelati spezzettati
olio extra vergine d’oliva
mozzarella fior di latte (meglio se del giorno prima, bella asciutta)
sale, basilico

Sciogliete il lievito insieme al miele in una caraffa con parte dell’acqua. Mettete la farina in una capiente ciotola e versate l’acqua con il lievito,mescolate brevemente fino ad avere un impasto appiccicoso. Aggiungete ora il sale, l’olio e la restante acqua, mescolate velocemente con le mani. Avrete un impasto molto morbido e grumoso, fatelo riposare circa 10 minuti.
Rovesciate l’impasto su di una spianatoia infarinata con la semola, dategli una forma rettangolare e procedete alle pieghe: prendete un lato dell’impasto e ripiegatelo verso il centro, fate la stessa cosa con il lato opposto e fate così anche per gli altri due lati (vedi foto).

Arrotondate l’impasto e mettetelo in una ciotola unta d’olio, coprite bene con la pellicola alimentare e mettete in frigo per 20-24 ore. Impastate la sera prima per averla pronta per la cena del giorno successivo.
Il giorno successivo verso le 18 tirate l’impasto fuori dal frigo, dividetelo in 2 pezzi sulla spianatoia infarinata di semola, tenete a temperatura ambiente per circa 2 ore, coprite con un panno umido.
Preparate la farcitura: frullate con un frullatore ad immersione i pelati , condite con un filo d’olio, un pizzico di zucchero ed aggiustate di sale. Spezzettate la mozzarella con le mani e fatela sgocciolare bene, prima di metterla sulla pizza (negli ultimi minuti di cottura) strizzatela bene con le mani.
Ungete leggermente le teglie con un velo d’olio e spolveratele di semola (sarà questa che farà staccare la pizza senza problemi dalla teglia). Spolverate abbondantemente la spianatoia con la semola e stendete l’impasto partendo dai bordi fino al centro senza rompere le bolle che si formeranno. Quando ha raggiunto le dimensioni della teglia con movimenti decisi ma delicati, spostatelo in teglia e conditelo con il sugo di pomodoro preparato in precedenza. Procedete allo stesso modo per l’altro panetto, fate riposare coperti fino a quando il forno non raggiungerà la temperatura.

 

Accendete il forno 250° statico, con dentro la teglia grande del vostro forno nel ripiano basso che così diventerà rovente.  Infornate quando il forno ha raggiunto la temperatura mettendo la teglia con la pizza a diretto contatto con la teglia che era già in forno. Fate cuocere per circa 10 minuti su ripiano basso e poi altri 7-8 minuti in quello centrale. Mettete la mozzarella gli ultimi 2 minuti di cottura. Gustatela calda.

Note:
  • Per una buona pizza è importantissimo usare una farina molto proteica come la farina di tipo 1, ottime sono la Petra 1 o la Mulino Marino.
  • L’alta digeribilità di questa pizza è dovuta ai lunghi tempi di fermentazione, così d’avere un lievitato leggero e gustoso pur usando il semplice lievito di birra.

 

Dolce vita
Enrica

94 Comments

  • Michela Sassi ha detto:

    Deliziosa questa pizza… mi hai dato un'ottima idea per la cena di stasera… bravissima Enrica, come sempre!
    Bacioni e buon fine settimana!

  • TabataReal ha detto:

    GRAZIE PER SVELARCI I TUOI SEGRETI, SEMPRE UN PIACERE LEGGERE LE TUE RICETTE!

  • Romina Troncone ha detto:

    Chiara siamo innamorate della stessa cosa :) Stavo giusto pensando di farla per sabato, con il mio compagno. Preparo la pizza, accendo il camino e staremo tranquilli a coccolarci! Proverò a fare la tua ricetta! Buon s.Valentino con le persone che ami baci

  • Simona Roncaletti ha detto:

    Che pizza favolosa Enrica!!!!!! Vorrei venire a mangiarla da te!!!!:)
    Un bacione cara!

  • SimoCuriosa ha detto:

    ma che bella!
    il mio problema è che mai programmo così in anticipo il menù…
    prima quando mio figlio era piccino era diverso, spesso facevo la pizza in casa ma ora essendo in due durante il fine settimana ….difficilmente succede che faccio la pizza.
    DIverso è in estate..che usiamo il forno a legna…
    però se devo provare…seguo sicuramente i tuoi preziosissimi consigli
    ciao e buon fine settimana

  • Patty Patty ha detto:

    Ma come si fa a non amare la pizza???? Hai ragione la fermentazione in frigo rende ll prodotto tanto leggero…. io quando ho la possibilità lo lascio anche 48 ore… buonissimo! Un bascione gioia e buon we

  • paneamoreceliachia ha detto:

    E ci credo che è una ricetta del cuore! Sarà buonissima!
    Un abbraccio cara e buon dolcissimo week end!
    alice

  • Quante parole ci sono in questo post che ci piacciono: a partire dalla protagonista, la regina della tavola mediterranea, e poi "amore", "alta digeribilità", "due minuti per l'impasto"…per non parlare della chiarezza con cui illustri il tutto! Insomma non che ci fossero dubbi al riguardo ma sicuramente ci metti sempre una gran voglia di mettere le mani in pasta seguendo le tue deliziose ricette! Prossima settimana sarà sulle tavole pancettiane! Buon fine settimana Enrica e un abbraccione!

  • Dolci a gogo ha detto:

    Bella Enrica!!!Mi sembra di sentirne il profumo e l'aspetto parla chiaro circa la bontà e poi è anche una pizza furba perchè la prepari in 10 minuti ed hai l'impasto il giorno dopo da tirare fuori un paio di ore prima!!!Questo weekend di sicuro la preparerò!!Bacioni,Imma

  • Cristina D. ha detto:

    Questa ricetta l'ho fatta mia da tempo. E' strepitosa !

  • Francine ha detto:

    Grazie per tutti questi splendidi consigli! Mi piace preparare la pizza in casa e con i tuoi segreti sarà ancora più gustosa! Grazie!!! Un bacione-Francy♡♡♡

  • Francine ha detto:

    Grazie per tutti questi splendidi consigli! Mi piace preparare la pizza in casa e con i tuoi segreti sarà ancora più gustosa! Grazie!!! Un bacione-Francy♡♡♡

  • Sara Drilli ha detto:

    SAI CHE SE DICI PIZZA DICI DRILLI :))))))))))))))))
    Siamo per lungheeeeeeeeeeeeeeee lievitazioni noi..si si! :D

  • Giada Fichera ha detto:

    Questa ricetta ha un aspetto meraviglioso! Non vedo l'ora di provarla *_* Un abbraccio e buona giornata. Giada Mitzilove

  • lapetitecasserole ha detto:

    Caso vuole che domenica ci sia un evento a giro per Montreal dove le persone possono adibire le loro casa in ristorante, io ho chiaramente aderito…ed indovina un po' cosa faccio per mio ristorante? LA PIZZA! Proverò la tua versione, mi ispira un sacco! Un bacio cara Enrica e buon we!

  • Simo ha detto:

    ultimamente la pizza, soprattutto quella comperata, faccio fatica a tollerarla, mi sveglio di notte sudata e agitata, e mi si gonfia tantissimo la pancia!
    Mi salvo questa tua ricettina…
    Bacione tesoro e buon we!

  • Sabrina B. ha detto:

    Enrica, hai ragione: la pizza senza impasto di Paoletta è davvero favolosa.
    L'ho fatta più e più volte, non delude mai.
    Complimenti per il tuo post, sei sempre chiara e precisa…e le tue foto così invitanti!
    Un abbraccio,
    Sabrina.

  • Marghe ha detto:

    Queste foto urlano mangiami!! Chapeau mia cara!
    P.S. Anche io fan delle lunghissime lievitazioni ;)

  • La prima cosa da dirti è che la pizza, essendo uno dei miei cibi preferiti, solo dalle fotografie mi hai messo una voglia immensa!!!!!!!! Per il resto sicuramente proverò la ricetta di una verace napoletana, come te, e come non potrà che venirmi una meraviglia? Da presentare alla famiglia partenopea, da noi c'è una sorta di gara a chi fa meglio la pizza, ti farò sapere ^_^

  • Viviana Dal Pozzo ha detto:

    SUPERPIZZA! anche per me è il grande amore, e con questa superlievitazione sarà spettacolare!
    Paoletta e Bonci… mica pizz'è fichi :P

  • SpirEat ha detto:

    Dalle foto ha un aspetto divino!

  • Claudia Magistro ha detto:

    meravigliosa, veramente. Ci proverò.
    Grazie
    :*
    Cla

  • m4ry ha detto:

    La pizza è una delle cose che più amo in assoluto…e francamente, quad'è buona, preferisco molto di più quella fatta in casa…questa ha un aspetto eccezionale :) Ti abbraccio :*

  • Ciao cara Enrica, noi tutti sabati in cui restiamo in casa prepariamo immancabilmente la pizza.. i bambini la adorano.. e anche noi ;)
    Proverò sicuramente la tua super ricetta… come non fidarsi di te?? :)
    un bacio grandissimo

  • Valentina ha detto:

    Siiii la pizza per me è puro amore, lo sai!! E con le tue dritte step by step è impossibile non aver voglia di provarla! E' stupenda! Bravissima la mia amicaaaaaaaaaaaaaaa <3 Un abbraccio e felice san Valentino, ti voglio tanto bene :**

  • Anna ontheclouds ha detto:

    E w la pizza!! e noi napoletane lo sappiamo bene quanto sia importante avere un'ottima pizza in tavola! la tua ricetta mi attira parecchio e la proverò sicuramente settimana prossima *__* alla pizza non rinuncerò MAI!! <3
    un abbraccio Enrica e buon san valentino!!

  • La Cassata Celiaca ha detto:

    ehhh la pizza Bonci la conosco si! a vedere la tua mi rifaccio gli occhi!! è bellissima! bacioni cara

  • Eleonora D ha detto:

    che bontà! la pizza mi piace sempre. Tanto.
    mi hai fatto venire voglia di farla sai…l'avevo provata la versione senza impasto, buona buona. Ma mai pubblicata: foto brutteeeee, fatte di sera e con poca voglia di fotografare(c'era la pizza da mangiare!) :-)
    ma le tue sono così belle e invitanti.
    quasi quasi…per il weekend la faccio! un bacio grande Enrica.
    e tanti ♥

  • Mary ha detto:

    Enrica, si sente tutto il tuo amore per la pizza…condiviso da me sicuramente!! Sei stata precisissima nelle tue spiegazioni e certamente proverò il tuo sistema!! Bravissima come sempre…Baci, Mary

  • Mamilu ha detto:

    Ciao Enrica la pizza di Bonci e' davvero super…fatta e rifatta più volte non delude mai in fatto di leggerezza e digeribilità! Bravissima nella descrizione ;)!!! Buon weekend Luisa

  • titti minini ha detto:

    L'aspetto è molto invitante ma io non capisco una cosa. Quando metti l'impasto in frigo la lievitazione si blocca e dopo che l'hai tolta dal frigo prima che riprenda a lievitare ci vuole un pó (deve scaldarsi l'impasto). Quindi alla fine un impasto fatto così lieviterà si e no un'ora. Non è meglio farla lievitare molto di più fuori dal frigo per renderla più soffice e digeribile? Comunque proverò a farla. Se uso lievito di birra disidratato (quello in bustina) tengo le stesse dosi?

    • chiarapassion ha detto:

      Ciao titti devi provarla e vedrai che non l'abbandonerai più. L'impasto in frigo continuerà a lievitare ma in modo lento ed è proprio questa lunga lievitazione che farà nascere una pizza super digeribile.

  • Federica Simoni ha detto:

    Perfetta Enrica, facile e buonissima!!! <3 <3 buon we

  • Polvere di Riso ha detto:

    la adoro. buona buona buona!!! :-*

  • giochidizucchero ha detto:

    Tesoro mio, buon San Valentino! Ti rubo questa ricetta per domani sera… Ma se non ho in casa lievito fresco, secondo te va bene lo stesso quello in granelli?

  • Che meraviglia Enrica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Grazie per aver partecipato al mio Giveaway ;)

  • George ha detto:

    Adorabile pizza… con bier ;))))

  • Giovanna ha detto:

    Bella, bellissima! Come te sono napoletana e riconosco una buona pizza e la tua ha un aspetto ottimo. Mi piace il passaggio delle pieghe, pur utilizzando il lievito di birra. Un bacio

  • SeV a colazione ha detto:

    Ciao, di solito utilizzo il lievito disidratato invece di quello fresco, pensi che 3 g possano essere sufficienti? Vorrei provare il tuo impasto…
    Buona domenica e grazie,
    V.

  • paola ha detto:

    bellissima questa pizza,complimenti

  • Patalice ha detto:

    non ho grossi problemi di digestione, ma ammetto che la pizza buona buona, non la fanno ovunque!
    e poi, vuoi mettere la soddisfazione di impastare con le tue manine?
    un'emozione…

  • Paola Minuti ha detto:

    Ciao, ho appena provato a farla ma al momento delle pieghe l'impasto è davvero troppo morbido per riuscire a fare pieghe E non risulta come il tuo in foto. Le dosi sono giuste e il procedimento è troppo semplice per sbagliarlo! Cosa posso fare?

    • chiarapassion ha detto:

      Paola che farine hai usato? L'impasto è morbido e appiccicoso quindi non ti preoccupare, infarina benissimo il piano e stendi delicatamente l'impasto poi infarina leggermente anche la parte di sopra e fai le pieghe aiutandoti con una spatola come vedi nella mia foto.

    • Paola Minuti ha detto:

      Ho utilizzato 0 e Manitoba. ho aspettato ancora un po' è sono riuscita a fare le pieghe ma l'impasto tende comunque ad appiattirsi e non è molto sostenuto.. è corretto? Grazie dell'aiuto

    • chiarapassion ha detto:

      Si è normale ad essere ora così perché è un impasto molto idratato. Ora domani lasciala a temperatura ambiente e procedi come spiegato, mi raccomando quando la stendi infarina ben il piano con la semola rimacinata poi fammi sapere. Tra tutte le farine 0 che ho usato mi trovo benissimo con quella della coop perché assorbe bene l'acqua.

    • Paola Minuti ha detto:

      Cara, l'ho appena mangiata ed era davvero buonissima! Per niente secca.. Complimenti mi sei stata molto d'aiuto :)

    • chiarapassion ha detto:

      Aspettavo il tuo responso, felicissima che ti sia piaciuta e sono certa che diventerà la tua pizza del cuore.
      Baci
      Enrica

  • Amo la pizza in tutte le sue sfaccettaure e non mi stanco mai di provare nuove ricette. La tua sembra ottima, da provare assolutamente.

  • suxeva ha detto:

    Fatta domenica! Spettacolare! Con le tue dosi ho fatto due leccarde ma è venuta molto sottile …. Forse anche perché ho potuto lasciarla fuori solo un oretta… Grazie Enrica!

  • Andrea ha detto:

    Ottima ricetta :-) ma 300 di acqua su 400 di farina ? Non resta appiccicosissima ?

  • Gabri ha detto:

    Chiara, ho provato a preparare la tua pizza ed è venuta buona ma l’impasto è risultato molto appiccicoso, non si riusciva a lavorare con le pieghe. . Ho usato le tue dosi con sola farina 1.

    • Enrica Panariello ha detto:

      Gabri l’impasto è molto appiccicoso quindi è normale, molto dipende anche dalla farina che si usa, come ben saprai ogni farina ha un grado di assorbimento liquidi. Comunque la prossima volta aiutati con la semola. Sono felice che ti sia piaciuta.

  • Cecilia ha detto:

    Pizza super! Ormai questa è diventata la mia ricetta preferita per la pizza fatta in casa! Grazie!!!

  • Alessandra ha detto:

    Fantastica!io,mio marito, mia figlia e mia cognata la stiamo gustando proprio in questo momento!abbiamo provato diverse ricette ma questa è perfetta!buonissima, leggera e croccante al punto giusto!grazieeee

  • Enrica ha detto:

    Ciao Enrica, vorrei ringraziarti tanto tanto per questa ricetta: la pizza non mi era mai venuta così buona! Merito delle tue spiegazioni precise? Sì!!! La rifarò ovviamente e sicuramente e vorrei porti due domande: Posso usare farina semi-integrale tipo 2 o integrale tipo 3? La vorrei fare per amici che usano solo farina tipo 3. Domanda scema :-) Il cubetto di lievito di birra pesa, non ricordo esattamente adesso, 25-26 gr, e la ricetta prevede l’utilizzo di 5 gr. Il resto del lievito: cosa faccio? Hai qualche suggerimento? Nel senso che se lo congelo, quando poi vorrò utilizzarlo, devo poi scongelarlo interamente. Lo congelo con “porzioni” da 5 gr? :-) Oppure, dopo averne utilizzato solo 5 gr, posso tenerlo in frigo? Sai per caso entro quanto tempo dovrei usarlo, visto che è stato già aperto? Ti ringrazio ancora, ciao Enrica

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao mia cara omonima ?
      Puoi usare anche la farina integrale logicamente cambia l’assorbimento dei liquidi quindi devi regolarti ad occhio per ottenere un impasto con la stesso grado di umidità.
      Il cubetto di lievito di birra puoi congelarlo senza problemi, dividilo già porzionato così quando ti serve togli dal freezer solo il pezzetto che ti serve e lo unisci a liquido tiepido previsto dalla ricetta (mai troppo caldo) e lo usi come sempre.
      Altrimenti una volta aperto lo chiudi bene nella pellicola e lo rimetti in frigo, in questo caso lo devi consumare entro 1 settimana.

  • Sara ha detto:

    Buongiorno Enrica, sento il profumo :-) Vorrei chiederti un consiglio….Per fare le pizzette classiche, rotonde, c’è una pasta di pizza particolare? Grazie….. ciao Sara

  • Cecilia ha detto:

    Ciao! Grazie per le tue ricette. Ti volevo chiedere con che farina posso sostituire la farina di tipo 1?
    Grazie ancora e complimenti ;-)

  • Laura ha detto:

    Ciao cara, ci proverò usando farina integrale, ho letto la ricetta, e ho un paio di dubbi :-) Vorrei chiederti: se uso 2 kg di farina, devo moltiplicare per 5 tutti gli altri ingredienti? Il panno umido che copre i panetti: va bene se lo bagno nell’acqua fredda e poi lo strizzo? Il panno umido può stare a contatto con i panetti di pizza? Grazie, ciao Laura

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Laura se usi 2 Kg di farina devi moltiplicare tutto per 5.
      Il panno va bagnato e strizzato cerca di non appoggiarlo a contatto con i panetti ma se entra in contatto non succede nulla, altrimenti puoi coprire a campana mettendo una ciotola o teglia alta sui panetti.

  • Cecilia ha detto:

    Ciao Enrica, grazie mille per tutte le tue ricette!! Sono super! Ti volevo chiedere se posso congelare la pizza, se si meglio cotta o cruda? Grazie mille ❤

    • Enrica Panariello ha detto:

      Ciao Cecilia puoi congelare l’impasto della pizza dopo l’ultima lievitazione, poi una volta scongelato lo riporti a temperatura ambiente tenendolo ben coperto e procedi come da ricetta. Puoi anche congelare la pizza da cotta ma non potrà mai essere come appena fatta.

  • Caterina ha detto:

    Ciao! Ho appena fatto l’impasto e adesso è in frigo!
    Mi è venuto però pieno di grumi, è normale o domani quando la tirerò fuori non ci sarà nulla di buono? :( Help!!

  • Manuela ha detto:

    Ciao superlativa Enrica 😇
    Per questa ricetta si può anche usare il lievito madre in polvere che si trova al supermercato?
    Grazie in anticipo 😘
    Manuela

    • Enrica Panariello ha detto:

      Manuela non ho mai usato il lievito madre secco quindi non posso riportarti la mia esperienza però penso che puoi usarlo senza problemi perché al suo interno contiene normale lievito di birra e quindi agisce allo stesso modo.

  • Laura ha detto:

    Ciao Enrica! Ho provato questa ricetta ed è quella perfetta per la pizza, fantastica😊 Ora però, per motivi di salute, ho dovuto eliminare il glutine e volevo sapere se per caso usando la farina di riso devo cambiare qualcos’altro nella ricetta. Grazie in anticipo😘

    • Enrica Panariello ha detto:

      Laura solo la farina di riso non è adatta per realizzare la pizza, inoltre fare la pizza senza glutine è sicuramente più difficile. Ti consiglio di provarla con una farina senza glutine adatta per la pianificazione e magari prova a cercare online se Bonci l’ha proposta senza glutine.

  • Vale ha detto:

    Buongiorno, ho fatto l’impasto ieri sera ma questa mattina non si è lievitato per niente.. è normale? Aiuto stasera ho amici a cena :/

    • Enrica Panariello ha detto:

      Vale segui la ricetta alla lettera e non preoccuparti, dopo averlo tirato fuori dal frigo fai le pieghe e poi lo tieni a temperatura ambiente per circa 2 ore sempre ben coperto (mettilo nel forno prima preriscaldato a 50° e poi spento e lasci solo la luce accesa) e poi lo stendi…vedrai è ottima!

  • Marina ha detto:

    Buongiorno Enrica! Oggi pomeriggio vorrei provare a preparare la tua pizza per la cena di domani sera . Non ho una bilancia così precisa per pesare 2 grammi di lievito secco 🤔Dici che un cucchiaino può essere L equivalente ? Grazie e buona giornata io vado al lavoro .

  • Manuela ha detto:

    Ciao Enrica,
    Ieri ho provato la ricetta ma L impasto finale risulta molto acquoso, non viene fuori un impasto molla ma veramente acquoso. Alla luce di quanto scritto sopra sul diverso grado di assorbimento di marche diverse di farina Ti chiedo, conviene aggiungere altra farina fino a farlo diventare come il tuo in foto o invece fissare la dose di farina e aggiungere tanta acqua fino a renderlo come in foto?
    Grazie mille 😉
    Manuela

    • Enrica Panariello ha detto:

      Manuela l’impasto se è appiccicoso è normale ma non acquoso. Non devi assolutamente aggiungere acqua, procedi come da ricetta e vedrai che ti verrà bene al massimo puoi aggiungere 1-2 cuacchiai di farina, è un impasto molto idratato e diverso dal solito impasto da pizza che puoi stendere con matterello.

  • Tania ha detto:

    Ma quando la
    Mettono in forno mi viene come se fosse cruda nel mezzo è normale?

  • Elena ha detto:

    Ricetta davvero fantastica!Mi e’ venuta una pizza spettacolare per la prima volta!grazie 👍🏻👍🏻👍🏻

  • Daria ha detto:

    SUPERPIZZA. Questa e’ la ricetta DE FI NI TI VA! grazie e ancora grazie, ora pian piano mi leggerò tutto il blog ❤

  • Diletta ha detto:

    Ciao Enrica, ieri ho provato questa ricetta ed è stata fenomenale.. non era la prima volta che provavo una ricetta a lunga lievitazione, ma di questa mi ha soddisfatto la facilità della preparazione, la leggerezza ma soprattutto il metodo di cottura eccellente che hai spiegato tu… mi venivano sempre fuori pizze croccanti, ma ora non più! cornicione morbido e gonfio… grazie grazie grazie….. :)

  • Martina ha detto:

    Ciao Enrica, ho preparato il tuo impasto ieri e l’ho tirato fuori un’oretta fa dal frigo. Il composto però è molto molliccio e non ha lievitato per niente, e anche adesso dopo un’ora a temperatura ambiente non mi sembra aumentato di volume; è normale?

    • Enrica Panariello ha detto:

      Martina è normale che sia appiccicoso e nel frigo lievita pochissimo, l’hai infornata come è venuta? Questa ricetta di Bonci è ottima, basta prendere “confidenza” con l’impasto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *