Crostata di cuori, Heart pie

Crostata di cuori per chiudere la settimana in dolcezza.
Una crostata semplice semplice, che diventa particolare grazie ad una pioggia di cuori di frolla.

Come ripieno potete usare la vostra confettura preferita, oppure se il vostro lui è un salutista convinto, il ripieno di mela e frutta secca sarà perfetto. Se invece avete un uomo “dipendete” dalla Nutella, allora dovete assolutamente provare questa farcia alla nutella che rimane morbidissima anche dopo la cottura grazie alla semplice aggiunta di panna UHT (quella che si usa per condire la pasta).

Per avere la pasta frolla friabile, che mantiene la forma e bordi perfetti che non cascano in cottura seguite le mie dritte:

  1. E’  fondamentale lavorare la frolla poco e velocemente, magari con un mixer o planetaria, se usate le mani mi raccomando che siano fredde.
  2. Dopo aver formato il panetto, stendetelo leggermente così si fredda prima e mettetelo in frigo almeno per 1 ora. Il nome pasta frolla deriva proprio dal termine “frollatura” cioè riposo in luogo fresco prima dell’utilizzo. Se potete preparatela il giorno prima, magari facendo doppia dose, così una parte la congelate per averla sempre pronta.
  3. Stendete la frolla su di un piano leggermente infarinato in una sfoglia sottile. Per avere uno spessore omogeneo aiutatevi con delle semplici bacchette in legno sui cui farete scorrere il mattarello. Comprate una bacchetta dallo spessore di 5 mm in un negozio di bricolage e poi dividetela a metà e con una spesa minima avrete le vostre bacchette.
  4. Dopo aver steso la frolla nel vostro stampo per crostata, mettetela in frigo mentre aspettate che il forno raggiunga la temperatura. Lo shock termico freddo-caldo aiuterà la frolla a rimare friabile e a mantenere la forma.
  5. Sfornate la vostra frolla quando è bella dorata così risulterà friabile e non dura.
Se siete “donne di cuori” preparate questa crostata e donatela a chi amate: un amico, un nipote, un fratello…ma la prima fetta va tutta a voi perché “noi ci vogliamo bene”.

Crostata di cuori, Heart pie

Stampo 18 cm
Pasta frolla
300 g farina 00
100 g di zucchero extra fino
150 g burro
1 uovo intero grande
la punta del cucchiaino di lievito
un pizzico di sale
vaniglia
buccia grattugiata di 1 limone
Per farcire
marmellata
oppure
crema morbida alla Nutella guarda qui
ripieno mela e frutta secca guarda qui

Preparate la pasta frolla lavorando nella planetaria (o robot da cucina) con la frusta piatta  lo zucchero con il burro a pezzetti, il pizzico di sale, la buccia di limone grattugiata e la vaniglia; aggiungete l’uovo ed infine la farina con il pizzico di lievito. Mescolate fino ad avere un impasto ben amalgamato. Trasferite su di un piano infarinato e dategli una forma sferica, appiattitela leggermente, copritela con la pellicola e mettete in frigo per almeno 30 minuti.
Riprendete la frolla, lavoratela un po’ e stendetela su di un piano infarinato ad uno spessore di circa 5 mm. Rivestite con parte della frolla lo stampo per crostata precedentemente imburrato e infarinato, bucherellate la pasta e versate al centro il ripieno scelto, mettete in frigo. Intanto con la frolla restante ed un taglia biscotti a cuore ricavate tanti cuoricini che vi serviranno per ricoprire la crostata. Riprendete la crostata, e iniziate a ricoprirla di cuori partendo dalla circonferenza esterna come potete vedere dalla foto. Rimettete in frigo e accendete il forno a 180°.
Infornate nel forno caldo per circa 35 minuti fino a quando non è bella dorata.

Note

  • Vi consiglio di raddoppiare la dose della frolla se volete fare una crostata di dimensione medie. Con la pasta che vi avanzerà farete degli ottimi biscotti oppure la congelate e quando avete voglia di biscotti o mini pie l’avete già pronta.
  • E’ importante il passaggio del riposo della pasta frolla in frigo dopo aver fatto il panetto perché in questa fase l’impasto migliora. Appiattite la vostra sfera il più possibile così raffredda e “frolla” prima.
  • Quando fate biscotti e crostate prima di infornarli teneteli almeno mezz’ora in frigo, il contrasto freddo caldo renderà la frolla più buona, friabile e farà si che manterrà la forma.
  • Se volete fare la pasta frolla al cioccolato aggiungete 25 g di cacao amaro alla farina.

 

Federica di “La Sartoria dei confetti“è sicuramente una “donna di cuori”. Guardate che bel pensiero ha avuto per me. Grazie Fatina dalle mani magiche

Dolce vita
Enrica

70 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *