Pasta al forno: Lumaconi ripieni con ricotta di bufala

Per il w.e. alle porte che ne dite di preparare una bella pasta ripiena al forno?
Ormai avrete capito che amo la mia terra d’origine e mi piace dare risalto ai prodotti buoni che produce; quindi via libera alla buona pasta di Gragnano igp, che mantiene la cottura alla perfezione, alla provola affumicata fresca e alla saporita ricotta di bufala dop.
Un piatto gustoso che piace sempre a tutti, perfetto per la domenica e per quando avete ospiti perché si può preparare in anticipo.
Buon fine settimana a tutti sperando che presto arrivi un raggio di sole
Enrica

Lumaconi ripieni al forno

Per 4 persone
300 g di Lumaconi
500 g di ricotta di bufala
200 g di provola fresca
circa 300 g di bietole o spinaci lessati
50 g di parmigiano reggiano
800 g di pomodori pelati
olio extra vergine d’oliva
1 cipolla piccola, olio, sale

 

Preparate il sugo di pomodoro facendo soffriggere la cipolla tagliata finissima nell’olio a fiamma dolce in una casseruola, aggiungete i pomodori passati al passaverdura. Regolate di sale, e proseguite la cottura a pentola coperta per circa 30 minuti. A fine cottura aggiungete il basilico fresco.
Lessate la pasta in abbondante acqua bollente e salata per metà cottura. Scolatela e mettetela ad asciugare su di un canovaccio da cucina. Non freddate mai la pasta sotto l’acqua corrente perché perderete tutto il suo sapore.
In una ciotola preparate il ripieno mescolando la ricotta con la provola tagliata a cubetti piccoli,le verdure lessate, strizzate e tritate, un pizzico di sale e pepe.
Farcite i lumaconi con l’aiuto di una sac à poche o con un cucchiaino. Mettete un po’ di sugo di pomodoro sul fondo di una pirofila e adagiate sopra la pasta ben allineata, completate versando sopra un altro po’ di sugo e abbondante parmigiano reggiano.
Infornate a 180°per circa 25 minuti, i primi 15 minuti coprire la teglia con un foglio di alluminio poi scoprite e proseguite la cottura in modo da far gratinare leggermente la pasta.

 

68 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *